Le più belle frasi napoletane

Le più belle frasi napoletane

60 cit.
Sole, pizza e mandolino: Napoli è molto di più di questi stereotipi all'italiana. Raccontare Napoli è una sfida, figuriamo riuscirci con brevi frasi e citazioni. I proverbi sono sicuramente la via migliore per entrare nello spirito napoletano e carpirne l'essenza. Vivi Napoli attraverso i suoi modi di dire e se cerchi frasi belle napoletane leggi quelle che abbiamo raccolto per te, poi condividi e commenta quelle che più ti piacciono!

“Vide Napule e po' muore.”

Dal film: Benvenuti al Nord

“- Ma come sei di Napoli e non sai fare uno scippo?
- E che c'azzecca che so' di Napoli? E se ero di Baghdad mettevo 'na bomba mmiez' 'o mercat?!”

Claudio Bisio - Alberto Colombo
Alessandro Siani - Mattia Volpe

Dal libro: Il caffè sospeso

“I sorsi di caffè napoletano: brevi, gustosi, ma capaci di salire nelle vicinanze del cervello e fargli un po’ di sano solletico.”

Luciano De Crescenzo

Dal libro: Così parlò Bellavista. Napoli, amore e libertà...

“A volte penso addirittura che Napoli possa essere ancora l'ultima speranza che resta alla razza umana.”

Luciano De Crescenzo

Dal libro: I pensieri di Bellavista

“A Napoli il semaforo rosso non è un divieto, è solo un consiglio.”

Luciano De Crescenzo

Dal film: Totò le Moko

“Napoli! Zi' Teresa! Il Vesuvio! La Bersagliera! «A Marechiaro ce sta 'na fenesta»! Ah, come tornerei volentieri a Napoli!”

Totò - Antonio Lumaconi

Dal film: Operazione San Gennaro

“Dudù, noi a Napoli campiamo solo di miracoli!”

Totò - Don Vincenzo

Dal libro: Mattinate napoletane

“Napoli, da questo strano cuore d'Italia che patisce, se lo si considera bene, di tutti i mali cardiaci, dell'aritmia, dell'iperestasia, dei ribollimenti subitanei e delle lunghe paci silenziose, da' battiti lenti, quasi malati.”

Salvatore Di Giacomo

Dal film: Totò e Peppino divisi a Berlino

“Il napoletano lo si capisce subito da come si comporta, da come riesce a vivere senza una lira.”

Totò - Antonio La Puzza

Dal film: Totò sceicco

“I desertani mi fanno festa perché hanno capito che sono uno sceicco napoletano. I napoletani all'estero si sono sempre piazzati.”

Totò - Antonio Sapore

Dal libro: Così parlò Bellavista. Napoli, amore e libertà...

“Napoli per me non è la città di Napoli ma solo una componente dell'animo umano che so di poter trovare in tutte le persone, siano esse napoletane o no.”

Luciano De Crescenzo

“Nel vocabolario dei napoletani non esiste la parola lavoro, dicono la «fatica». Anche io sono così, non amo la fatica.”

Roberto Rossellini

Dal libro: Così parlò Bellavista. Napoli, amore e libertà...

“Napoli è la terra delle cose fatte fino ad un certo punto. La produttività può essere fatale come l’ignavia.”

Luciano De Crescenzo

“Se magna pe' campa', nun se campa pe' magna'.”

“Quattr aprilanti, iuorn quarant.”

“Chi vo' 'o Santo, s' 'o prega.”

“'A palomma s'abbrucia 'e scelle 'rifacci 'a cannela.”

“Napoletano, largo di bocca e stretto di mano.”

“Chi ha fatto 'o peccato pava 'a penitenza.”

“Lo miedeco piatuso, fa la chiaja vermenosa.”

“Nun ve 'ntricate tra marito e mugliera.”

“Ogne gallo canta 'int' 'a 'o gallenaro sujo.”

“Carna trista nun ne vo' Cristo.”

“Pane cu' l'uocchie e caso senza uocchie.”

“Dio te guarde de ricche 'mpezzentute.”

“Tiempo, viento, signure, femmena e fortuna volano e tornano comme fa 'a luna.”

“Pinole 'e galline e sceruppo 'e cantina.”

“'A speranza è 'u ppane d' 'i puverielle.”

“Chi stennere se vole cchiù de chello ch'è luongo lo lenzulo, mostra prima li piedi e po' lu culo.”

“'Na cosa è parla' 'e morte e 'n'ata è a muri'.”

“Chi tene 'a salute è ricco e nun 'o ssape.”

“Si 'e gatte ridono, 'e surece chiagneno.”

“Arèto a 'o monta 'nce sta 'a scesa.”

“Si aduopre la vorpata a chisto munno, co la vorpara si tirate a funno.”

“'N 'tiempo 'e guerra ogni spito è spada.”

“La polezia è sempe bona, fora chella della sacca.”

“Co' arte e co' 'nganno se vive miezo l'anno e co' 'nganno e con arte se vive l'auta parte.”

“'A cucina piccerella fa la casa granne.”

“Cane no 'nvitato a nozze, non ce vada, ca coglie sotto.”

“A' sunature nun se portano serenate.”

“Lauda lo mare e tienete a terra.”

“Chi accatta sprezza, chi ha accattato apprezza.”

“Chi patesce p'ammore nun sente dulore.”

“A 'o core nun se cumanna.”

“Matremmonie e vescuvate da lu cielo so' destìnate.”

“'Na mano lava l'auta, e tutt' 'e ddoie lavano 'a faccia.”

“'A sciorta nn' cammina sempe a unu passo.”

“Chi bella vo' paré', pene e guaie adda' paté'.”

“Chi sputa 'ncielo 'nfaccia le torna.”

“Chi magna poco, magna assaje e chi magna assaje, magna poco.”

“Si è rosa ha da sciurì.”

“Dicette 'o gallo: meglio l'uovo ogge ca 'a gallina dimane.”

“Chi fatica 'e juorne 'e festa, chello ca s'abbusca trase p' 'a porta e sen'esce p' 'a fenesta.”

“Vino 'ncopp' 'a menesta, 'o miedeco d' 'a fenesta.”

“O scarafone è bello a mamma soia.”

“Dint' 'a 'o vino sta 'a verità.”

“Non è possibbele avere grieco e cappucce; la votta chiena e 'a mogliera 'mbriaca.”

“Paro piglia para e para piglia paro.”

“Addò maggiore nc'è, minore cessa.”

“Si Dio nun vo', manco 'e Sante 'u ponno.”