Non desiderare la roba d'altri

Citazioni e aforismi sulla cupidigia

Non desiderare la roba d'altri
Descrizione Tema
Ha visto l’auto nuova fiammante del tuo vicino? Beh, forse ti lascerà fare un giro di prova per le vie del quartiere, ma non te la presterà mai. Certo che è proprio bella però, magari questo weekend non la usa e te la lascia, chissà. Sai che figurone faresti presentandoti al bar dagli amici con quell'auto? Morirebbero tutti di invidia e finalmente anche le ragazze ti noterebbero, non saresti più il tipo silenzioso del gruppo. La gente comincerebbe a cercarti, a salutarti quando ti incontra… ah, se solo avessi quell'auto! Che peccato tu non te la possa permettere, con il tuo stipendio riesci a malapena a far riparare di quando in quando la vecchia station wagon di famiglia che il tuo vecchio ti ha regalato per i diciott'anni. Quell'auto rappresenterebbe la svolta, il punto di non ritorno verso la felicità, la chiave di volta per passare da sfigato a leader indiscusso tra gli amici. Te la devi giocare bene questa chance: falcia il prato del tuo vicino, porta il suo cane a spasso, accompagna sua moglie a fare la spesa, aiutalo a riparare il decespugliatore. Magari deciderà di ripagarti facendo apparire per magia le chiavi dell’auto sotto il tuo naso, ma se strisciare per terra e mettere a repentaglio la tua dignità non bastasse per ottenere l’oggetto del desiderio, puoi sempre sgattaiolare nel suo garage di nascosto, mettere in moto l’auto e concederti ciò che il tuo amato ed irriconoscente vicino ti ha precluso. Chiedere poi perdono per la tua debolezza non riporterà indietro il tempo: per penitenza dovrai riparargli il tetto, pulire le grondaie dalle foglie secche ed asciugare i vetri di casa sua ogni volta che pioverà.
In archivio 116 citazioni e aforismi sulla cupidigia