Canti Orfici

Libro Canti Orfici
Titolo: Canti Orfici
Autore:Dino Campana
Anno di prima pubblicazione: 1914
Acquista questo libro su
  • “La seguii dunque come si segue un sogno che si ama vano: così eravamo divenuti a un tratto lontani e stranieri dopo lo strepito della festa, davanti al panorama scheletrico del mondo.”
    Dino Campana
    [Tag:lasciarsi]
  • “Tutto quello che era arido e dolce, sfiorite le rose della giovinezza, tornava a rivivere sul panorama scheletrico del mondo.”
    Dino Campana
  • “La mia vita era tutta un’ansia del segreto delle stelle, tutta un chinarsi sull’abisso.”
    Dino Campana
  • “La sera fumosa d'estate
    dall'alta invetriata mesce chiarori nell'ombra
    e mi lascia nel cuore un suggello ardente. ”

    Dino Campana
    [Tag:colori, estate, sera]
  • “Noi vedemmo sorgere nella luce incantata
    una bianca città addormentata
    ai piedi dei picchi altissimi dei vulcani spenti.”

    Dino Campana
    [Tag:città, vulcano]
  • “Limpido fresco ed elettrico era il lume
    della sera e là le alte case parevan deserte.”

    Dino Campana
    [Tag:luce, sera]
  • “Le stelle sono bottoni di madreperla e la sera si veste di velluto.”

    Dino Campana
     
  • “Vegliai le stelle vivide nei pelaghi del cielo.”

    Dino Campana
    [Tag:stelle]
  • “E vidi come cavalle
    vertiginose che si scioglievano le dune
    verso la prateria senza fine.”

    Dino Campana
    [Tag:montagna, prato]
  • “Salivano voci e voci e canti di fanciulli e di lussuria per i ritorti vichi dentro dell'ombra ardente, al colle al colle. A l'ombra dei lampioni verdi le bianche colossali prostitute sognavano sogni vaghi nella luce bizzarra al vento.”
    Dino Campana
  • “Il tuo corpo un aereo dono sulle mie ginocchia, e le stelle assenti, e non un Dio nella sera d’amore.”
    Dino Campana
    [Tag:amore, amplesso]
In evidenza