Blue Nights

Libro Blue Nights
Titolo: Blue Nights
Titolo originale: Blue nights
Autore:Joan Didion
Anno di prima pubblicazione: 2011
Acquista questo libro su
Altri libri dell'autore
  • “Tendiamo sempre più a giustificare questo coinvolgimento esasperato con i nostri figli come essenziale alla loro sopravvivenza. Li memorizziamo sulla sceltarapida del cellulare. Li guardiamo su Skype. Seguiamo i loro movimenti. Ci aspettiamo che rispondano a ogni chiamata, che ci comunichino ogni cambiamento di programma. Fantastichiamo di...” (continua)(continua a leggere)
    Joan Didion
    [Tag:ansia, figli, genitori]
  • “I ricordi sono ciò che non vuoi più ricordare.”
    Joan Didion
    [Tag:ricordi]
  • “I nostri investimenti reciproci siano troppo carichi per consentirci di vedere l’altro con chiarezza.”
    Joan Didion
  • “Il ricordo sbiadisce, il ricordo si adatta, il ricordo si adegua a ciò che pensiamo di ricordare.”
    Joan Didion
    [Tag:ricordi]
  • “Dopo la sua nascita, non mi capitò più di non avere paura.”
    Joan Didion
    [Tag:figli, genitori, paura]
  • “Valutiamo il nostro successo in base alla misura in cui riusciamo a monitorare i nostri figli, a impastoiarli, a tenerli legati a noi.”
    Joan Didion
  • “Consideravamo ancora felicità e salute, amore e fortuna e figli bellissimi dei semplici doni comuni.”
    Joan Didion
  • “La paura non è per ciò che è andato perso. Ciò che è andato perso è già murato in una parete. Ciò che è andato perso è già chiuso dietro porte sbarrate. La paura è per ciò che c’è ancora da perdere.”
    Joan Didion
    [Tag:futuro, passato, paura]
  • “Credevo di poter perpetuare la presenza delle persone, di averle accanto a me, conservando i loro ricordi, le loro «cose», i loro totem.”
    Joan Didion
  • “Non siamo in grado di contemplare la morte, o la malattia, o anche solo l’invecchiamento dell’altro.”
    Joan Didion
In evidenza