Frasi di Carlo Cottarelli

Immagine di Carlo Cottarelli
Identikit e dati anagrafici
Nome
Carlo
Cognome
Cottarelli
Nato
1954
Sesso
maschile
Nazionalità
italiana
Professione
economista
Frasi, citazioni e aforismi di Carlo Cottarelli
11 in italiano
Tutte le frasi di Carlo Cottarelli
  • “È evidente che sposta la distribuzione del reddito verso i ricchi. Su questo punto non c'è alcun dubbio.”

    Carlo Cottarelli
    [Tag:ricchi, riforma, tasse]
  • “Globalizzazione e sviluppotecnologico tendono a spostare la distribuzione del reddito verso il capitale.”
    Carlo Cottarelli
  • “Si può vivere benissimo anche fuori dall'euro però bisogna essere consapevoli che il periodo di transizione non sarebbe per niente facile. I costi sarebbero alti e per dare credibilità alla nuova moneta ci sarebbero ugualmente vincoli di bilancio da rispettare.”
    Carlo Cottarelli
  • “Non possiamo contare per sempre su un contesto esterno favorevole e dobbiamo accelerare nella correzione dei nostri punti deboli.”
    Carlo Cottarelli
  • “Bisogna anche tener conto delle spese inopportune, come per esempio il dare soldi a persone che non ne hanno bisogno.”
    Carlo Cottarelli
  • “La classe media riesce a consumare ma indebitandosi di più. Il che però rende la crescita più fragile.”
    Carlo Cottarelli
  • “Lo spread alto è un problema per l'economia perché determina il tasso di interesse che lo Stato deve pagare sul mercato per finanziarsi. Ma uno spread alto a catena è un problema anche per le banche, le imprese e le famiglie. Il costo del denaro cresce per tutti.”
    Carlo Cottarelli
  • “Per ottenere consenso e vincere le elezioni bisogna promettere di tagliare le tasse.”
    Carlo Cottarelli
  • “È sbagliato affermare che la Germania metta gabbie sugli altri.”
    Carlo Cottarelli
  • “Che la Germania non abbia fatto quello che sarebbe stato necessario per rendere più forte l'Unione Europea non c'è dubbio. Ma non perché abbia messo gabbie agli altri bensì perché le ha messe su sé stessa.”
    Carlo Cottarelli
  • “Non c'è dubbio che è nostra la colpa di avere ancora conti pubblici in disordine.”
    Carlo Cottarelli
In evidenza