Frasi sui gabbiani

In archivio 8 frasi, aforismi, citazioni sui gabbiani
Gabbiani
Nome volgare di alcune specie di uccelli marini, in particolare della famiglia dei Laridi: sono uccelli palmipedi dalle forme slanciate e di dimensioni varie, ali lunghe e becco spesso a rostro. I gabbiani sono eccellenti volatori e si nutrono di pesciolini o di rifiuti delle navi; il loro grido rauco somiglia ad uno scroscio di riso.
  • “Egli imparò a volare, e non si rammaricava per il prezzo che aveva dovuto pagare. Scoprì che erano la noia e la paura e la rabbia a render così breve la vita d’un gabbiano.”
    Richard Bach
    [Tag:dispiacere, gabbiani, volare]
  • “Più alto vola il gabbiano, e più vede lontano.”
    Richard Bach
    [Tag:ambizione, gabbiani]
  • “Quei gabbiani che non hanno una metaideale e che viaggiano solo per viaggiare, non arrivano da nessuna parte, e vanno piano. Quelli invece che aspirano alla perfezione, anche senza intraprendere alcun viaggio, arrivano dovunque, e in un baleno.”
    Richard Bach
    [Tag:gabbiani, obiettivi, perfezione]
  • “Per la maggior parte dei gabbiani, volare non conta, conta mangiare. A quel gabbiano lì, invece, non importava tanto procurarsi il cibo, quanto volare. Più d’ogni altra cosa al mondo, a Jonathan Livingston piaceva librarsi nel cielo.”
    Richard Bach
    [Tag:gabbiani, mangiare, volare]
  • “Non si chiede a un gabbiano addomesticato perché di tanto in tanto provi il bisogno di sparire verso il mare aperto. Ci va e basta, è un fatto semplice come un raggio di sole, normale come l'azzurro del cielo.”
    Bernard Moitessier
    [Tag:gabbiani, libertà, mare]
  • “Se vuoi saperne di più del mare e delle navi, chiedilo ai gabbiani.”
    salvatore cutrupi
    [Tag:gabbiani, mare, navi]
  • “I gabbiani nascono dai fazzoletti che si agitano alla partenza della nave.”
    Ramón Gómez de la Serna
    [Tag:gabbiani, partire]
  • “Su quella costa normanna, a un'ora così mattutina, non avevo bisogno di nessuno. La presenza dei gabbiani mi disturbava: li feci fuggire a sassate. E udendo i loro gridi, di uno stridore soprannaturale, capii che proprio quello mi occorreva, che solo il sinistro poteva calmarmi, e che proprio per incontrarlo mi ero alzato prima dell'alba.”
    Emile Michel Cioran
    [Tag:gabbiani, risveglio, solitudine]
In evidenza