Frasi di Alessandro Manzoni

Immagine di Alessandro Manzoni
Identikit e dati anagrafici
Nome
Alessandro
Cognome
Manzoni
Nato
7 marzo 1785 a Milano
Morto
22 maggio 1873 a Milano
Sesso
maschile
Nazionalità
italiana
Professione
poeta, scrittore, drammaturgo
Segno zodiacale
Pesci
Acquista libri di Alessandro Manzoni su
Frasi, citazioni e aforismi di Alessandro Manzoni
93 in italiano
Tutte le frasi di Alessandro Manzoni
  • “L'impunità minacciata e insultata, ma non distrutta dalle gride, doveva naturalmente, a ogni minaccia, e a ogni insulto, adoperar nuovi sforzi e nuoveinvenzioni.”
    Alessandro Manzoni
  • “Una delle più gran consolazioni di questa vita è l'amicizia; e una delle consolazioni dell'amicizia è quell'avere a cui confidare un segreto.”
    Alessandro Manzoni
  • “Con l'ideedonna Prassede si regolava come dicono che si deve far con gli amici: n'aveva poche; ma a quelle poche era molto affezionata. Tra le poche, ce n'era per disgrazia molte delle storte; e non eran quelle che le fossero men care.”
    Alessandro Manzoni
    [Tag:amici, idee]
  • “Cui fu donato in copia,
    doni con voltoamico, con quel tacer pudico
    che accetto il don ti fa.”

    Alessandro Manzoni
  • “E' avvenuto più volte, che anche le buone ragioni abbian dato aiuto alle cattive, e che, per la forza dell'une e dell'altre, una verità, dopo aver tardato un bel pezzo a nascere, abbia dovuto rimanere per un altro pezzo nascosta.”
    Alessandro Manzoni
    [Tag:verità]
  • “Il coraggio uno non se lo può dare.”
    Alessandro Manzoni
    [Tag:coraggio]
  • “È uno dei vantaggi di questo mondo quello di poter odiare ed esser odiati senza conoscersi.”
    Alessandro Manzoni
  • “La falsa coscienza trova più facilmente pretesti per operare, che formole per render conto di quello che ha fatto.”
    Alessandro Manzoni
  • “Il ritrattista è come lo scrivano, obbligato a copiare un manoscritto sbagliato senza poterlo correggere.”
    Alessandro Manzoni
    [Tag:imitare, pittori]
  • “Neutralità disarmata in tutte le guerre che scoppiavano intorno a lui, dalle contese, allora frequentissime, tra il clero e le podestà laiche, tra il militare e il civile, tra nobili e nobili, fino alle questioni tra due contadini, nate da una parola, e decise coi pugni, o con le coltellate. Se si trovava assolutamente costretto a prender parte...” (continua)(continua a leggere)
    Alessandro Manzoni
In evidenza