• “Che paìsi era quello indove un deputato regionali, connannato in primo grado per aviri aiutatomafiosi, viniva promosso senatori?”
    Andrea Camilleri
  • “I tri quarti di quelli che accattano i giornali, si leggino sulo i titoli che spisso, e questa è ’na bella usanza tutta taliàna, dicino ’na cosa opposta a quello che dici l’articolo. ”
    Andrea Camilleri
  • “I pinseri sunno i peggiori nimici della panza e, rispetto parlanno, della minchia.”
    Andrea Camilleri
  • “L’italiani non amano sintiri le voci libbire, le virità disturbano il loro ciriveddro in sonnolenza perenni, preferiscino le voci che non gli dannoproblemi, che li rassicurano sulla loro appartinenza al gregge.”
    Andrea Camilleri
  • “Che paìsi era quello indove uno che era stato ministro e presidenti del consiglio ’na gran quantità di vote, aviva avuto riconosciuto in via definitiva, ma prescritto, il reato di collusione con la mafia e continuava a fari il senatore a vita?”
    Andrea Camilleri
    [Tag:mafia, politici]
  • “I giornalisti come Ragonese stavano a sintiri ’na sula campana, quella dei loro patroni, pirchì avivano l’anima del servo. Erano gli entusiasti volontari del servilismo, cadivano ’n ginocchio davanti al Potiri, quali che era.”
    Andrea Camilleri
  • “I pochi che restano, ’n’opinioni già se la sono fatta e s’accattano il giornali che esprimi le loro opinioni.”
    Andrea Camilleri
  • “Distino dell’intelligenti era d’essiri mangiati sempri e comunqui dai cretini cchiù furbi.”
    Andrea Camilleri
  • “Che paìsi era quello indove un ministro che era stato ’n carrica ’na vota aviva ditto che con la mafia bisognava convivere?”
    Andrea Camilleri
    [Tag:mafia, politici]
  • “L’Italia è un paìsi con dù milioni di analfabeti totali e il trenta per cento della popolazioni che sapi appena fari la propia firma.”
    Andrea Camilleri
  • “La stampa in quanto giornali non servi a nenti.”
    Andrea Camilleri
  • “L’amiche del cori delle beddre picciotte erano in genere chiuttosto laiduzze. E Amalasunta non fagliava la regola.”
    Andrea Camilleri
In evidenza