Frasi di Aldo Palazzeschi

Immagine di Aldo Palazzeschi
Identikit e dati anagrafici
Nome
Aldo
Cognome
Palazzeschi
Nato
2 febbraio 1885 a Firenze
Morto
17 agosto 1974 a Isola Tiberina, Roma
Sesso
maschile
Nazionalità
italiana
Professione
poeta
Segno zodiacale
Acquario
Libri di Aldo Palazzeschi
Acquista libri di Aldo Palazzeschi su
Frasi, citazioni e aforismi di Aldo Palazzeschi
17 in italiano
Tutte le frasi di Aldo Palazzeschi
  • “Muoiono i poeti
    ma non muore la poesia
    perché la poesia
    è infinita
    come la vita.”

    Aldo Palazzeschi
  • “Meglio suddito di un regime aristocratico che re di una democrazia.”
    Aldo Palazzeschi
  • “Gli uomini che prendono sul serio gli altri mi fanno compassione, quelli che prendono sul serio se stessi mi fanno sganasciare dalle risa.”
    Aldo Palazzeschi
  • “Lo zaino più pesante che spalle umane possano reggere sul loro cammino è quello di un'anima.”
    Aldo Palazzeschi
    [Tag:anima, cammino, fatica]
  • “Il riso fa buon sangue, ed è il profumo della vita in un popolo civile.”
    Aldo Palazzeschi
    [Tag:popolo, ridere]
  • “L'amore, di qualunque specie, non è mai triste.”
    Aldo Palazzeschi
    [Tag:amore, tristezza]
  • Correreincontro al pericolo è una forma della vigliaccheria.”
    Aldo Palazzeschi
  • “Per avere il diritto di disprezzarlo, il passato, bisogna prima conoscerlo. Giustissimo. Ma anche il futuro, per avere il diritto di disprezzarlo, bisogna prima conoscerlo.”
    Aldo Palazzeschi
  • “Anche in un fazzoletto da naso può esserci un firmamento, basta sapercelo vedere.”
    Aldo Palazzeschi
  • “Chi sono? Sono forse un poeta? No certo... Sono dunque... che cosa? Io metto una lente dinanzi al mio core, per farlo vedere alla gente. Chi sono? Il saltimbanco dell'anima mia.”
    Aldo Palazzeschi
  • “Non vi è sposafedele che almeno con gli occhi non abbia tradito il coniuge parecchie volte.”
    Aldo Palazzeschi
  • “Il vero poetamoderno dovrebbe scrivere sui muri, per le vie, le proprie sensazioni e impressioni, fra l'indifferenza o l'attenzione dei passanti.”
    Aldo Palazzeschi
    [Tag:artista]
  • “«Che cosa pretende d'essere
    Che cosa vuol sembrare?
    Dove vuole arrivare?»
    La risposta è molto semplice:
    alla parità con l'uomo
    in tutte le cose,
    trattare con lui
    e sopra uno stesso piano
    i problemi
    che interessano tutti e due.”

    Aldo Palazzeschi
  • “Pareva che la storia passasse sopra di me
    che di storia m'interessavo così poco.”

    Aldo Palazzeschi
     
  • “Quando dalla finestra
    assisto
    al tramonto del sole
    che sparisce lentamente
    dietro il Colle del Gianicolo
    alla fine mi domando:
    chi ha combinato
    quello che ho visto?”

    Aldo Palazzeschi
  • “Tutti si sono accorti
    vivendo nel secolo della velocità
    come l'immagine
    sia più rapida della parola,
    e invece di leggere
    i canti della Divina Commedia
    lettura un tantino ponderosa,
    preferiscono di vedere
    Dante com'era;
    e invece di andare fino a Roma
    per vedere la Sistina
    preferiscono sapere
    Michelangiolo che faccia aveva.”

    Aldo Palazzeschi
  • “Io sono un uomo che soffre di vertigini scritte.”
    Aldo Palazzeschi
In evidenza