Frasi di Walt Whitman

Immagine di Walt Whitman
Identikit e dati anagrafici
Nome
Walt
Cognome
Whitman
Nato
31 maggio 1819 a West Hills
Morto
26 marzo 1892 a Camden
Sesso
maschile
Nazionalità
statunitense
Professione
poeta, giornalista
Segno zodiacale
Gemelli
Libri di Walt Whitman
Cenni biografici
Giornalista e poeta, Walt Whitman nacque il 31 maggio 1819 a West Hills, New York. Considerato uno dei più influenti poeti americani, Whitman era orientato a trascendere i poemi epici tradizionali, rifuggendo la forma estetica, e riflettendo piuttosto i valori dell'America e della sua democrazia. Nel 1855 pubblica la prima raccolta di poesie, "Foglie d'erba" in cui è condensato il suo stile. Considerato il padre del "verso libero", cantò la libertà, la sessualità, l'omosessualità, ma soprattutto si fece profeta degli ideali di quello che diverrà il "sogno americano": attraverso il coraggio e la determinazione nessun obiettivo non potrà essere raggiunto. Malato da tempo, si spense il 26 marzo 1892.
Acquista libri di Walt Whitman su
Frasi, citazioni e aforismi di Walt Whitman
75 in italiano
Tutte le frasi di Walt Whitman
  • “Vieni più vicino notte dal senonudo!
    Stringiti a me notte magnetica e ricca di sostanze!
    Notte dei venti del sud!
    Notte delle poche grandistelle!
    Notte immobile e ammiccante!
    Folle, nuda, notte d’estate!”

    Walt Whitman
    [Tag:estate, notte]
  • “Non scomporti, sii a tuo agio con me, sono Walt Whitman liberale e forte come la Natura, e finché il sole non ti eviterà, non sarò io ad evitarti, finché le acque non si rifiuteranno di brillare per te, né le foglie di frusciare per te, le mie parole non si rifiuteranno di brillare e stormire per te.”
    Walt Whitman
  • “Quando esamino la fama conquistata dagli eroi e le vittorie dei grandi generali, non invidio i generali.”
    Walt Whitman
  • “Io non mi premo l’indice sulla bocca,
    Io tratto delicatamente le budella come la testa o il cuore,
    La copula per me ha la stessa dignità della morte.”

    Walt Whitman
    [Tag:avere cura, corpo]
  • “Oh capitano! Mio capitano! il nostro duro viaggio è finito,
    la nave ha scapolato ogni tempesta, il premio che cercavamo ottenuto,
    il porto è vicino, sento le campane, la gente esulta,
    mentre gli occhi seguono la solida chiglia, il vascello severo e audace.”

    Walt Whitman
  • “Quando udii l'astronomo acculturato, Quando dimostrazioni e cifre vennero incolonnate dinanzi a me, quando mi mostrarono carte e diagrammi per sommarle, dividerle e misurarle, quando mi sedetti a udire il seminario dell'astronomo tra mille applausi in sala, oh, quanto presto mi stancai e stufai, fino a che mi alzai e me ne scivolai via scappando...” (continua)(continua a leggere)
    Walt Whitman
  • Compito del poeta è sia dar voce a coloro che non hanno voce, sia pretendere che escano dal silenzio coloro che rimangono silenziosi, e così insiste nella Poesia.”
    Walt Whitman
    [Tag:doveri, poeti]
  • “Tu lì, impotente, con le ginocchia deboli, apri le tue costole avvolte in sciarpe che io possa soffiarvi dentro un po’ di coraggio,
    Apri le palme delle mani e solleva i risvolti delle tasche,
    Non voglio dinieghi, io pretendo, ho magazzini pieni in abbondanza e me ne avanza,
    E tutto ciò che ho lo regalo;
    Non ti chiedo chi sei, non è...” (continua)
    (continua a leggere)
    Walt Whitman
  • “È solo uno schizzo, dopo tutto, pochi tocchi rudimentali qui e là, che non esauriscono il tema ma si limitano a mostrare quel che potrebbe diventare. Talora mi viene da pensare che le stesse foglie non siano che la stessa cosa: un passaggio verso qualcosa, piuttosto che un oggetto concluso in se stesso.”
    Walt Whitman
    [Tag:disegnare, foglie]
  • “L’impronta del mio piede per terra sprigiona centinaia di affetti, che si fanno beffe di ogni mio sforzo di riferirli.”
    Walt Whitman
    [Tag:affetto, agire]
In evidenza