I quaderni di Malte Laurids Brigge

Libro I quaderni di Malte Laurids Brigge
Titolo: I quaderni di Malte Laurids Brigge
Titolo originale: Die Aufzeichnungen des Malte Laurids Brigge
Autore:Rainer Maria Rilke
Anno di prima pubblicazione: 1910
Acquista questo libro su
  • “Io imparo a vedere. Non so perché tutto penetra in me più profondo e non rimane là dove, prima, sempre aveva fine e svaniva. Ho un luogo interno che non conoscevo. Ora tutto va a finire là. Non so che cosa vi accada.”
    Rainer Maria Rilke
  • “Anche avere ricordi non basta. Si deve poterli dimenticare, quando sono molti, e si deve avere la grande pazienza di aspettare che ritornino.”
    Rainer Maria Rilke
  • “C’è un’infinità di uomini, ma i volti sono ancor più numerosi poiché ciascuno ne ha più d’uno.”
    Rainer Maria Rilke
    [Tag:ipocrisia]
  • “Noi passiamo e ho l’impressione che, distratti e occupati quali siamo, a questo nostro passare, poniamo poca attenzione.”
    Rainer Maria Rilke
    [Tag:vivere]
  • “Ci sono giorni in cui tutto intorno a noi è lucente, leggero, appena accennato nell’aria chiara e pur nitido. Le cose più vicine hanno già il tono della lontananza, sono sottratte a noi, mostrate a noi ma non offerte; e ciò che ha rapporto con gli spazi lontani – il fiume, i ponti, le lunghe strade e le piazze che si prodigano -, tutto ciò ha...” (continua)(continua a leggere)
    Rainer Maria Rilke
    [Tag:realtà, ricordi]
  • “Una volta si sapeva (o si sospettava, forse) di avere in sé la morte come il frutto ha il nocciolo. I bambini ne avevano una piccola in sé e gli adulti una grossa. Le donne l'avevano nel grembo e gli uomini nel petto. La si aveva e questo dava a ciascuno una speciale dignità e un silenziosoorgoglio.”
    Rainer Maria Rilke
  • “Poiché i ricordi di per se stessi ancora non sono. Solo quando divengono in noi sangue, sguardo e gesto, senza nome e non più scindibili da noi, solo allora può darsi che in una rarissima ora sorga nel loro centro e ne esca la prima parola di un verso.”
    Rainer Maria Rilke
    [Tag:poesia, ricordi]
  • “Bisognerebbe aspettare e raccoglieresenso e dolcezza per tutta una vita e meglio una lunga vita, e poi, proprio alla fine, forse si riuscirebbe poi a scrivere dieci righe che fossero buone. Poiché i versi non sono, come crede la gente, sentimenti (che si hanno già presto), sono esperienze.”
    Rainer Maria Rilke
  • “Vorrei quantomeno vivere con i cani, che hanno un mondoaffine al nostro popolato da oggetti che ci sono familiari.”
    Rainer Maria Rilke
    [Tag:cani]
In evidenza