Frasi di Paul Verlaine

Immagine di Paul Verlaine
Identikit e dati anagrafici
Nome
Paul
Cognome
Verlaine
Nato
30 marzo 1844 a Metz
Morto
8 gennaio 1896 a Parigi
Sesso
maschile
Nazionalità
francese
Professione
poeta
Segno zodiacale
Ariete
Libri di Paul Verlaine
Acquista libri di Paul Verlaine su
Frasi, citazioni e aforismi di Paul Verlaine
20 in italiano
Tutte le frasi di Paul Verlaine
  • “I lunghi singhiozzi
    dei violini d'autunno
    mi feriscono il cuore
    con monotono languore.”

    Paul Verlaine
  • “Uniti dal più forte, dal più caro legame,
    e inoltre ricoperti di una dura corazza,
    sorrideremo a tutti senza paura alcuna.
    Noi ci preoccuperemo di quello che il destino
    per noi ha stabilito, cammineremo insieme
    la mano nella mano, con l'anima infantile
    di quelli che si amano in modo puro, vero?”

    Paul Verlaine
     
  • Bacio. Primula nel giardino delle carezze.”

    Paul Verlaine
    [Tag:bacio]
  • “O ricordo, ricordo: che cosa vuoi da me?”

    Paul Verlaine
    [Tag:ricordi]
  • “C'è condanna peggiore
    di non sapere perché,
    senz'odio, e senz'amore,
    ha un cuor tanto dolore.”

    Paul Verlaine
    [Tag:cuore, sofferenza]
  • “Noi non ci preoccuperemo di quello che il destino
    per noi ha stabilito, cammineremo insieme
    la mano nella mano, con l'anima infantile
    di quelli che si amano in modo puro.”

    Paul Verlaine
  • “Va’, canzone, vola
    davanti a lei, e dille
    che nel mio cuore fedele
    s’è acceso un raggio di gioia,
    dissipando, luce santa,
    quelle tenebre dell’amore:
    sfiducia, dubbio, timore,
    ed eccolo il gran giorno!
    A lungo timorosa e muta,
    udite? l’allegria,
    come vivace allodola,
    ha cantato nel cielo chiaro.
    Va’ dunque, ingenuacanzone,
    e senza alcun vano...” (continua)
    (continua a leggere)

    Paul Verlaine
    [Tag:amore, poesia]
  • “Amami, perché, senza te, niente posso, niente sono.”
    Paul Verlaine
    [Tag:amare]
  • “La vostra anima è un paesaggio squisito.”

    Paul Verlaine
    [Tag:anima, paesaggio]
  • “Il pianoforte baciato da una fragile mano
    vagamente riluce nella sera rosa e grigia.”

    Paul Verlaine
  • “Che cos'hai fatto tu,
    tu che piangi
    e non smetti di piangere,
    che cos'hai fatto, dimmi,
    della tua giovinezza?”

    Paul Verlaine
  • “Cos'è questa nenia improvvisa
    che lenta dondola il mio poveroessere?”

    Paul Verlaine
    [Tag:melodia]
  • “E mi ricordo, e mi ricordo
    delle ore e degli incontri,
    ed è il migliore dei miei beni.”

    Paul Verlaine
  • “Ho paura d'un bacio
    come di un'ape.
    Soffro e veglio
    senza trovare pace:
    ho paura d'un bacio!”

    Paul Verlaine
    [Tag:baciare, bacio, paura]
  • “Rido dell'Arte, rido dell'uomo, dei versi.”

    Paul Verlaine
    [Tag:arte, poesia]
  • “Quando
    l'ora rintocca,
    io mi ricordo
    dei giorni antichi
    e piango.”

    Paul Verlaine
  • “L'amore tuo diffonde il suo vigore in tutto il mio essere, come un vino.”
    Paul Verlaine
    [Tag:amore, vino]
  • “La morale migliore in questo mondo dove i più pazzi sono i più savi di tutti, è ancora di dimenticare l'ora.”
    Paul Verlaine
  • “Sul tuo giovaneseno
    lascia posare il mio viso.”

    Paul Verlaine
    [Tag:ragazze, seno]
  • “E me ne vado
    nel vento ostile
    che mi trascina
    di qua e di là
    come la foglia
    morta.”

    Paul Verlaine
    [Tag:partire]
In evidenza