La guardia bianca

Libro La guardia bianca
Titolo: La guardia bianca
Titolo originale: Белая гвардия
Autore:Mikhail Bulgakov
Anno di prima pubblicazione: 1924
Acquista questo libro su
  • “Dalle quattro del pomeriggio la luce cominciava ad ardere nelle finestre delle case, in tondi globi elettrici, nei lampioni a gas, nei fanali delle case con i numeriilluminati, e nelle vetrate a tutta parete delle centrali elettriche, che evocavano il pensiero del futuro elettrico dell’umanità, terribile e irrequieto, con le loro finestre a...” (continua)(continua a leggere)
    Mikhail Bulgakov
    [Tag:elettricità]
  • “Non dell’odio che ha il coraggio di guardare in faccia, quando colui che odia ha voglia di andare a battersi e a uccidere, ma dell’odiocodardo, sibilante, di chi si rannicchia dietro l’angolo, nel buio.”
    Mikhail Bulgakov
  • “Il terzo angelo versò la sua coppa nei fiumi e nelle sorgenti delle acque; e l’acqua divenne sangue.”
    Mikhail Bulgakov
    [Tag:angeli, fiumi, sangue]
  • “Nessun uomo può venir meno alla propria parola d’onore, perché altrimenti sarebbe impossibilevivere in questo mondo.”
    Mikhail Bulgakov
  • “Per vent’anni interi capita che una persona si occupi di una qualche faccenda, per esempio tenga lezioni di diritto romano, e al ventunesimo anno all’improvviso salti fuori che il diritto romano non c’entra nulla, che lui nemmeno lo capisce e non lo ama, e che in effetti lui è un abile orticoltore e arde d’amore per i fiori.”
    Mikhail Bulgakov
  • “Mai togliere il paralume a una lampada! Il paralume è sacro. Non fate mai come i topi che fuggono davanti al pericolo, verso l’ignoto. Accanto al paralume sonnecchiate, leggete – lasciate che infuri la bufera – attendete, che siano loro a venirvi a prendere.”
    Mikhail Bulgakov
    [Tag:attesa, calma]
  • “Qualsiasi cosa accada, accade sempre così come è necessario, e solo per il meglio.”
    Mikhail Bulgakov
  • “Probabilmente se ne sta tremante accanto alla stufetta, tutto ha dimenticato, e potrebbe anche piangere. Ma, anche senza tutto ciò, c’è già abbastanza angoscia. Bisogna sputarci sopra. Basta fare i sentimentali. Abbiamo fatto i sentimentali per tutta vita. Basta.”
    Mikhail Bulgakov
  • “L’ebbrezza effimera era del tutto svanita, e una tristezza enorme e nera aveva coperto la testa di Elena, come un cappuccio.”
    Mikhail Bulgakov
  • “Non si sente l’orologio. Sul candore della tovaglia mazzolini freschi di rose di serra, tre bottiglie di vodka e strette bottiglie germaniche di vino bianco. Bicchieri da Lafitte, mele in scintillanti coppe sfaccettate, fettine di limone, briciole, briciole, il tè.”
    Mikhail Bulgakov
In evidenza