Poesie di Svendborg

Libro Poesie di Svendborg
Titolo: Poesie di Svendborg
Titolo originale: Svendborger Gedichte
Autore:Bertolt Brecht
Anno di prima pubblicazione: 1939
Acquista questo libro su
  • “Generale, l’uomo fa di tutto.
    Può volare e può uccidere.
    Ma ha un difetto:
    può pensare.”

    Bertolt Brecht
  • “Per chi sta in alto
    discorrere di mangiare è cosa bassa.
    Si capisce: hanno già mangiato,
    loro.”

    Bertolt Brecht
  • “Al momento di marciare
    molti non sanno
    che alla loro testa marcia il nemico.
    La voce che li comanda
    è la voce del loro nemico.
    E chi parla del nemico
    è lui stesso il nemico.”

    Bertolt Brecht
  • “La guerra che verrà non è la prima.
    Prima ci sono state altre guerre.
    Alla fine dell’ultima c’erano vincitori e vinti.
    Fra i vinti la povera gente faceva la fame.
    Fra i vincitori faceva la fame la povera gente egualmente.”

    Bertolt Brecht
  • “Quando chi sta in alto maledice la guerra
    le cartoline precetto sono già state compilate.”

    Bertolt Brecht
  • Uomo che sei per la via
    lascia ogni speranza.”

    Bertolt Brecht
  • “Sul muro c’era scritto col gesso:
    vogliono la guerra.
    Chi l’ha scritto
    è già caduto.”

    Bertolt Brecht
    [Tag:guerra, morte]
  • “Ci sono i nomi dei re, dentro i libri.
    Son stati i re a strascicarli, quei blocchi di pietra?
    Babilonia distrutta tante volte,
    chi altrettante la riedificò? ”

    Bertolt Brecht
    [Tag:libri, storia]
  • “Quando chi sta in alto parla di pace
    la gente comune sa
    che ci sarà la guerra.”

    Bertolt Brecht
    [Tag:guerra, pace]
  • “La loro guerra uccide
    Quel che alla loro pace
    è sopravvissuto.”

    Bertolt Brecht
    [Tag:guerra, pace]
In evidenza