• “La mattina era finito tutto. La fiesta si era conclusa. Mi svegliai verso le nove, feci il bagno, mi vestii e scesi. La piazza era deserta e non c’era nessuno per le strade. Solo qualche bambino che raccoglieva aste di razzi nella piazza. I caffè si stavano appena aprendo e i camerieri portavano fuori le comode sedie bianche di vimini,...” (continua)(continua a leggere)
    Ernest Hemingway
  • “Non m’importava che cosa fosse il mondo. Volevo soltanto sapere come viverci. Forse, se scoprivi come viverci, imparavi anche che cos’era.”
    Ernest Hemingway
  • “Le donne possono essereamiche meravigliose. Assolutamente meravigliose. Ma prima di tutto, perché l’amicizia abbia una base, bisogna che di una donna tu sia innamorato.”
    Ernest Hemingway
  • “È facilissimo reagire con freddezza alle cose durante il giorno, ma di notte è tutto un altro discorso.”
    Ernest Hemingway
  • “Non ha senso che per il solo fatto che faccia buio si debbano vedere le cose in maniera diversa da quando c’è luce. No, accidenti, non ha senso!”
    Ernest Hemingway
  • “Entrai in camera mia e mi sdraiai sul letto. Il letto salpò e io mi rizzai a sedere e guardai la parete per farlo smettere.”
    Ernest Hemingway
    [Tag:ubriachezza]
  • “Mi guardava negli occhi con quel suo modo di guardare che ti induceva a chiederti se davvero vedeva qualcosa con quegli occhi. Continuavano a guardare anche quando gli occhi di chiunque altro al mondo avrebbero smesso.”
    Ernest Hemingway
    [Tag:occhi, sguardo]
  • “È un vino troppo buono per fare un brindisi. Non bisogna mescolare i sentimenti a un vino come questo. Se ne perderebbe il sapore.”
    Ernest Hemingway
    [Tag:sentimenti, vino]
  • “C’è gente a cui non si possono direcose offensive. Ti danno la sensazione che il mondo andrebbe a pezzi, letteralmente a pezzi, se tu dicessi certe cose.”
    Ernest Hemingway
  • “Non sopporto il pensiero che la mia vita stia scorrendo via così in fretta e che io in realtà non la viva.”
    Ernest Hemingway
    [Tag:carpe diem, vita]
  • “Fu come certe cene di guerra che ancora ricordo. C’era molto vino, una tensione ignorata, e la sensazione che stessero per avvenirecose che non potevi impedire.”
    Ernest Hemingway
    [Tag:cena, sensazioni]
In evidenza