Si fa presto a dire cotto: Un antropologo in cucina

Libro Si fa presto a dire cotto: Un antropologo in cucina
Titolo: Si fa presto a dire cotto: Un antropologo in cucina
Titolo originale: Si fa presto a dire cotto. Un antropologo in cucina
Autore:Marino Niola
Anno di prima pubblicazione: 2009
Acquista questo libro su
Altri libri dell'autore
  • “Porta male versare il sale, ma al contrario gettato dietro le spalle serve per scacciare le streghe e allontanare i malefici di origine magica. Nell’Italia contadina spesso si ricorreva al minerale per impedire alle streghe di varcare la soglia di casa durante la notte. Le perfide megere si sarebbero messe a contare i grani di sale perdendo la...” (continua)(continua a leggere)
    Marino Niola
  • “Una trasgressione alle regole della cucina caratterizza nell’immaginario la donnastrega: la preparazione di cibo senza sale. Già nel mondo romano questo ingrediente è considerato sacro, connesso all’immortalità degli dèi, e anche nella culturacristiana esso conserva uno statuto magico-sacrale. Nel folklore mediterraneo, soprattutto italiano,...” (continua)(continua a leggere)
    Marino Niola
    [Tag:cucinare, magia, sale]
  • “La cucina da una parte risponde alle esigenze del corpo e dall’altra dipende dalla maniera particolare con cui nelle varie parti del mondo l’uomo si inserisce nell’universo.”
    Marino Niola
    [Tag:cucina, umanità]
  • “Molto spesso è proprio la scarsità, la difficoltà di accesso a un cibo che ne fonda il valore di prodottoraro e pregiato.”
    Marino Niola
    [Tag:cibo, miseria, valore]
  • “In molte società è tabùmangiare in compagnia della propria cognata e ancor più della suocera. In altre la commensalità tra sessi diversi è proibita tranne che in occasione di feste di tipo orgiastico. In tutti questi casi il mangiare è strettamente associato alla sessualità, per cui la commensalità equivale a una relazione intima.”
    Marino Niola
  • “Gli stregoni hawaiani catturavano le anime, le imprigionavano nelle zucche e le davano in pasto, dietro lauto compenso, a coloro che volevano incrementare la loro performance psicofisica. E ancora oggi gli sciamani sudamericani fanno risuonare la voce degli spiriti agitando i loro sonagli di zucca pieni di semi. ”
    Marino Niola
    [Tag:magia, popoli, usanze]
  • “Ogni cucina ha la sua gastronomia, ovvero dei principi di eccellenza, che costituiscono la sublimazione estetica della sua grammatica alimentare.”
    Marino Niola
  • “Nel suo essere altro da me, nel suo «non essere» ciò che io sono, l’Altro mi rivela, come un negativo fotografico, la mia stessa immagine: ciò che io sono e soprattutto i confini del mio essere.”
    Marino Niola
In evidenza