Frasi di Massimo Montanari

Immagine di Massimo Montanari
Identikit e dati anagrafici
Nome
Massimo
Cognome
Montanari
Nato
1949
Sesso
maschile
Nazionalità
italiana
Professione
storico, docente
Acquista libri di Massimo Montanari su
Frasi, citazioni e aforismi di Massimo Montanari
14 in italiano
Tutte le frasi di Massimo Montanari
  • “L’apporto della culturapopolare’ alla costruzione del modello alimentare italiano sembra essere stato particolarmente rilevante.”
    Massimo Montanari
  • “Il cristianesimo, cresciuto nell’ambito culturale mediterraneo, aveva assunto come propri simboli alimentari proprio il pane, il vino e l’olio della tradizione greca e romana (i primi due, divenuti strumenti del miracolo eucaristico; il terzo, utilizzato per somministrare i sacramenti).”
    Massimo Montanari
  • “Il cibo è cultura quando si produce, perché l’uomo non utilizza solo ciò che trova in natura.”
    Massimo Montanari
  • “L’invenzione non nasce solo dal lusso e dal potere, ma anche dal bisogno e dalla povertà.”
    Massimo Montanari
  • “L’identitàcittadina si stempera in un quadro regionale, quella regionale in un quadro nazionale.”
    Massimo Montanari
  • “La ricchezza ha stimolato in Italia la valorizzazione di derrate e ricette tradizionali.”
    Massimo Montanari
  • “L’immagine regionale della cucina italiana è stata esportata.”
    Massimo Montanari
  • “La ricerca delle proprie radici finisce sempre per essere la scoperta dell’altro che è in noi.”
    Massimo Montanari
  • “Aglio, cipolla e poi cavoli e rape, miglio e orzo, e ogni sorta di prodotti ‘poveri’ entrano prepotentemente nel repertorio dell’alta cucina.”
    Massimo Montanari
    [Tag:cibo]
  • “Il gusto rinascimentale, come quello medievale e, retrodatando ancora, quello romano antico, avevano infatti elaborato un modello di cucina basato principalmente sull’idea dell’artificio e sulla mescolanza dei sapori.”
    Massimo Montanari
    [Tag:epoca, gusto, sapore]
  • “Dalla fine del Seicento e per tutta la prima metà del secolo successivo la letteratura gastronomica, in Italia, tace. È il segno di una subalternità culturale – nel momento in cui la cucinafrancese trionfa in Europa – che durerà ancora a lungo.”
    Massimo Montanari
  • “Ciò che chiamiamo cultura si colloca al punto di intersezione fra tradizione e innovazione. È tradizione in quanto costituita dai saperi, dalle tecniche, dai valori che ci vengono tramandati. È innovazione in quanto quei saperi, quelle tecniche e quei valori modificano la posizione dell’uomo nel contesto ambientale, rendendolo capace di...” (continua)(continua a leggere)
    Massimo Montanari
  • “La cucina si rivela per ciò che è ed è sempre stata: il luogo per eccellenza dello scambio e della contaminazione, oltre che (più che) dell’origine.”
    Massimo Montanari
  • “L’uomo «civile» si autorappresenta fuori dalla Natura ma la Natura stessa diventa, nell’esperienza storica, un modello culturale consapevole, una sceltaintellettuale alternativa a quella della Cultura.”
    Massimo Montanari
In evidenza