Frasi di Marco Aime

Immagine di Marco Aime
Identikit e dati anagrafici
Nome
Marco
Cognome
Aime
Nato
4 novembre 1956
Sesso
maschile
Nazionalità
italiana
Professione
antropologo, scrittore
Segno zodiacale
Scorpione
Acquista libri di Marco Aime su
Frasi, citazioni e aforismi di Marco Aime
16 in italiano
Tutte le frasi di Marco Aime
  • “Puoi restare fermo, immobile e attendere che l’ombra diventi un sottile bordo nero e lentamente si sposti, ti giri attorno, si accorci, si nasconda sotto i tuoi piedi, quasi a scomparire, poi si riaffacci per allungarsi verso oriente fino a svanire stingendosi nel buio. Oppure muoverti, farla impazzire con cambi repentini, con passi zigzaganti,...” (continua)(continua a leggere)
    Marco Aime
  • “La Lega risponde con un mito delle origini e il sogno di una terrapromessa: la Padania.”
    Marco Aime
  • “Non tutto del nostro passato diventa tradizione, ma solo ciò che può servire oggi.”
    Marco Aime
  • “L’origine comune, se esiste, non basta: deve tradursi in ideologia dell’origine.”
    Marco Aime
    [Tag:ideologia]
  • “All’idea di razza si sostituisce quello di cultura, declinata però in un’accezione che potremmo definire biologica, come fosse un tratto genetico, una gabbia immobile alla quale è impossibile sfuggire e gli individui vengono pensati come monoliti inscalfibili, refrattari a ogni trasformazione.”
    Marco Aime
  • “La lingua italiana viene presentata come la lingua dei colonizzatori romani.”
    Marco Aime
  • “La nostra mente si nutre di relazioni: siamo perché ci relazioniamo con l’altro e con il mondo che ci circonda. ”
    Marco Aime
  • “L’autorizzazione all’insulto, all’oscenità nei confronti delle caste superiori assume un carattere di compensazione sociale, seppur fittizio, che, per certi versi, pone i subalterni in una posizione di forza e ricattatoria nei confronti dei superiori.”
    Marco Aime
  • “La cultura non è il comportamentoumano, ma la chiave che usiamo per leggerlo e interpretarlo.”
    Marco Aime
  • “Sebbene l’insulto sia la cifra caratterizzante delle relazioni tra compagni, non è estendibile al di fuori di contesti previsti dall’etica locale.”
    Marco Aime
  • “La cultura, presa nel suo significato etnografico più ampio, è quell’insieme che include conoscenze, credenze, arte, morale, legge, costume e ogni altra capacità e usanza acquisita dall’uomo come appartenente a una società.”
    Marco Aime
    [Tag:cultura, società]
  • “L’abitudine, il conformismo, la convenienza fanno sì che la maggior parte di noi tenda a conformarsi ai costumi vigenti e che a forza di seguire le regole, queste finiscano per apparire immutabili, imprescindibili, come se, invece di essere una creazioneumana, fossero dettate dalla natura.”
    Marco Aime
  • “La cultura è per la società, ciò che la memoria è per gli individui.”
    Marco Aime
    [Tag:memoria, cultura]
  • “L’altro lo incontri in cammino, là. A volte è lui che arriva, ma un incontro vuol sempre dire spostarsi. Lo guardi, lo ascolti e pensi a te stesso e al tuo mondo. Ti ridisegni e reinventi le cose attorno a te. Come quando incontri un amico dopo molto tempo. Vedi che gli anni hanno arrancato sul suo volto, con mano leggera o con passo pesante,...” (continua)(continua a leggere)
    Marco Aime
  • “La sottomissione, in un’etica così fortemente gerarchizzata, implica anche dei diritti di chi è sottomesso e dei doveri da parte di chi sottomette.”
    Marco Aime
    [Tag:oppressione]
  • “Perché il viaggio ritorni a essere un’esperienza autentica e unica, è necessario passare attraverso il proprio corpo, ascoltarne i messaggi, decifrarne i cambiamenti, imparare ad esporlo alle sollecitazioni che provengono dall’esterno senza averne paura. E allora riscopriamo i sensi e la corporeità; il piacere di sudare, di rabbrividire, di...” (continua)(continua a leggere)
    Marco Aime
In evidenza