Frasi di Harold Bloom

Immagine di Harold Bloom
Identikit e dati anagrafici
Nome
Harold
Cognome
Bloom
Nato
11 luglio 1930 a New York
Sesso
maschile
Nazionalità
statunitense
Professione
critico letterario
Segno zodiacale
Cancro
Cenni biografici
Nato nel 1930 a New York, Harold Bloom è stato uno dei più influenti critici letterari statunitensi, oltre che un famoso scrittore, molto conosciuto per le sue teorie originali sulle origini della letteratura e, in particolare, della poesia. Insegnò sia all'Università di Yale che in quella di New York. Pubblicò diversi libri, tra cui "The Western Canon: The Books and School of the Ages".
Frasi, citazioni e aforismi di Harold Bloom
8 in italiano
Tutte le frasi di Harold Bloom
  • “Non credo nel mito del declino o in quello del progresso, se non in relazione alla scena letteraria.”
    Harold Bloom
    [Tag:letteratura]
  • “Il mondo non diventa un posto migliore o peggiore; diventa semplicemente più vecchio.”
    Harold Bloom
  • “Forse il principale motivo della metafora, o per la scrittura e la lettura del linguaggio figurativo, è il desiderio di essere diversi, di essere altrove.”
    Harold Bloom
    [Tag:metafore]
  • “I motivi per leggere e per scrivere sono molto diversi e spesso non sono chiari neppure per i lettori o gli scrittori autocoscienti.”
    Harold Bloom
    [Tag:leggere, scrivere]
  • “Se siete artisti, risentite del peculiare accrescimento della volontà di vivere tipico della vostra vocazione, un desiderio di riconoscimento che, all’inizio e in un ultima istanza, aspira all'immortalità.”
    Harold Bloom
  • “La critica, per come ho sempre tentato di interpretarla, sia in primo luogo letteraria, e con questo intendo personale e passionale. Non si tratta di filosofia, politica o religione: nei casi più alti è una forma di letteratura sapienziale, e quindi una meditazione sulla vita.”
    Harold Bloom
  • “Il genio, a mio parere, è stravagante e sommamente arbitrario e, in ultima analisi, è isolato.”
    Harold Bloom
    [Tag:genio]
  • Leggere bene è uno dei grandipiaceri che la solitudine può concederci.”
    Harold Bloom
In evidenza