Frasi di Vàclav Havel

Immagine di Vàclav Havel
Identikit e dati anagrafici
Nome
Vàclav
Cognome
Havel
Nato
5 ottobre 1936 a Praga
Morto
18 dicembre 2011 a Hrádeček
Sesso
maschile
Nazionalità
ceca
Professione
scrittore, politico, drammaturgo
Segno zodiacale
Bilancia
Libri di Vàclav Havel
Acquista libri di Vàclav Havel su
Frasi, citazioni e aforismi di Vàclav Havel
18 in italiano
Tutte le frasi di Vàclav Havel
  • “Il rovescio della medaglia della democrazia è che chi è sincero ha le mani legate. Mentre coloro che non lo sono, fanno ciò che vogliono.”
    Vàclav Havel
  • “Senza valori e obblighimorali comunemente condivisi e ampiamente radicati, né la legge, né il governodemocratico, nemmeno l'economia di mercato funzioneranno correttamente.”
    Vàclav Havel
  • “Se ho realizzato qualcosa di buono, è principalmente perché sono stato guidato dal bisogno di conoscere se posso realizzare delle cose per le quali non sono sicuro di avere le capacità necessarie.”
    Vàclav Havel
  • “La vita nella verità non ha quindi nel sistema post-totalitario solo una dimensione esistenziale (restituisce l’uomo a se stesso), noetica (rivela la realtà com’è) e morale (è un esempio), ma ha anche un’evidente dimensione politica.”
    Vàclav Havel
  • “La speranza non è sicuramente la stessa cosa dell'ottimismo. La speranza non è la convinzione che qualcosa possa riuscire bene ma la certezza che qualcosa abbia senso, indipendentemente dalla sua riuscita.”
    Vàclav Havel
  • “Le brochure non hanno mai vinto una guerra.”
    Vàclav Havel
  • “Un cambiamento in meglio delle strutture che sia reale, profondo e stabile oggi non può partire dall’affermarsi dell’una o dell’altra concezione politica, ma dovrà partire dall’uomo, dall’esistenza dell’uomo, dalla sostanziale ricostituzione della sua posizione nel mondo, del suo rapporto con se stesso, con gli altri, con l’universo. Oggi più...” (continua)(continua a leggere)
    Vàclav Havel
  • “Le risorse esistenziali e morali dell’«io», se ridestate, liberano un potenziale di cambiamento, i cui esiti sono imprevedibili sul pianosociale.”
    Vàclav Havel
  • “Il sistema post-totalitario è ossessionato dal bisogno di legare ogni cosa con un regolamento. La vita in esso è percorsa da una rete di ordinanze, avvisi, direttive, norme, disposizioni e regole (non per niente lo si definisce un sistema burocratico). Buona parte di queste norme sono lo strumento diretto della globale manipolazione della vita,...” (continua)(continua a leggere)
    Vàclav Havel
  • “Se il diavolo non esiste allora egli esiste soprattutto dentro noi stessi.”
    Vàclav Havel
  • “Chi vive in un sistema post-totalitario sa fin troppo bene che ciò che conta non è se al potere c’è un partito o più partiti e il loro nome, ma se si può o non si può vivere umanamente.”
    Vàclav Havel
  • “Le forze che muovono la storia sono le stesse che rendono felice l’uomo. L’individuo, che a prima vista è l’essere più impotente di fronte alle proporzioni dei meccanismi che governano la vita politica, ne è invece il protagonista necessario.”
    Vàclav Havel
  • “Non puoi servire insieme due padroni e ingannarli entrambi nello stesso momento.”
    Vàclav Havel
    [Tag:inganno, padroni]
  • “La legge è sempre – anche nel caso più ideale – solo uno dei modi imperfetti e più o meno esteriori per tutelare ciò che è meglio nella vitarispetto a ciò che è peggio; però non crea mai il meglio da sola. Il suo compito è di carattere servile, non ha in sé il suo significato, dal suo rispetto non viene automaticamente garantita una vita...” (continua)(continua a leggere)
    Vàclav Havel
  • “La diffidenza verso le parole è molto meno dannosa che l'eccessiva fiducia verso di esse.”
    Vàclav Havel
  • “Finché l’apparenza non viene messa a confronto con la realtà, non sembra un’apparenza; finché la vita nella menzogna non viene messa a confronto con la vita nella verità manca un punto di riferimento che ne riveli la falsità.”
    Vàclav Havel
  • “Il sistema post-totalitario è cresciuto sul terreno dell’incontro storico fra dittatura e civiltà consumistica.”
    Vàclav Havel
  • “Non appena di fronte all’apparenza e alla vita nella menzogna si presenta un’alternativa, necessariamente le mette in discussione per quello che sono nella loro essenza e integralità.”
    Vàclav Havel
In evidenza