Polizia

Libro Polizia
Titolo: Polizia
Titolo originale: Politi / Police
Autore:Jo Nesbø
Anno di prima pubblicazione: 2013
Acquista questo libro su
  • “Era il silenzio. Era il rumore che non c’era a esseresbagliato.”
    Jo Nesbø
    [Tag:rumore, silenzio]
  • “Come poteva chiedere a una persona che amava cosí profondamente di condividere la vita con uno come lui?”
    Jo Nesbø
  • “Il venerdí è il giorno dei déjà vu.”
    Jo Nesbø
    [Tag:fatica, venerdì]
  • “L’intuizione non è altro che la somma di tante cose piccolissime, ma assolutamente concrete, cui il cervello non è ancora riuscito a dare un nome.”
    Jo Nesbø
    [Tag:intuizioni]
  • “Parlavano di tutto quello che avevano in mente, senza girarci attorno. Quasi di tutto. Harry non accennava mai alla sua grande paura. La paura di promettere qualcosa che non era certo di poter mantenere. Paura di non poter essere per loro quello che voleva e doveva essere. Perché non sapeva neanche se loro potevano esserlo per lui. Perché non...” (continua)(continua a leggere)
    Jo Nesbø
    [Tag:paura, promesse]
  • “La capacità di elaborarerapidamente un trauma è indice di scarsa intelligenza.”
    Jo Nesbø
  • “Qualsiasi cosa verosimile è possibile. Piú parecchie altre inverosimili.”
    Jo Nesbø
    [Tag:possibilità]
  • “Quella scalata non promette neanche un secondo di gioia, soltanto preoccupazione, fatica immane, paura, mal di montagna, mancanza d’ossigeno, panico a livelli pericolosissimi e un’apatia ancora piú pericolosa. E una volta conquistata la vetta, non ti godi il trionfo, il tuo unicopensiero è di procurarti la prova di averla raggiunta, una foto o...” (continua)(continua a leggere)
    Jo Nesbø
    [Tag:montagna]
  • “Quando il castello di carte è quasi finito e la pressione diventa cosí forte che non ce la fai piú, allora invece di continuare e vedere se riesce, lo butti giú. Ti togli subito il pensiero della sconfitta.”
    Jo Nesbø
  • “Nessun politico è migliore dei suoi consulenti. Perciò, il presupposto per arrivare in cima è circondarsi di persone piú intelligenti di te.”
    Jo Nesbø
  • “Il cervello umano è un labirinto quadridimensionale. Tutti ci si sono trovati, nessuno conosce la via d’uscita.”
    Jo Nesbø
    [Tag:cervello]
  • “Anton posò d’istinto una mano sulla fronte dell’uomo. Ancora calda. Ma aveva visto abbastanza da non avere dubbi. Il paziente era morto.”
    Jo Nesbø
    [Tag:morte, paziente]
  • “Alzò la testa, affrettò il passo. Non aveva impegni impellenti. Proprio nessuno. Anzi, uno l’aveva. Ma non richiedeva granché, bastavano le cose che aveva già: tempo per pianificare, odio, disponibilità a perdere tutto.”
    Jo Nesbø
    [Tag:agire, obiettivi]
In evidenza