Frasi di Gaio Valerio Catullo

Immagine di Gaio Valerio Catullo
Identikit e dati anagrafici
Nome
Gaio Valerio
Cognome
Catullo
Nato
84 a.C. a Sirmione, BS
Morto
54 a.C. a Roma
Sesso
maschile
Nazionalità
latina
Professione
poeta
Cenni biografici
Catullo, nome completo Gaio Valerio Catullo, fu un poeta romano nato nella Gallia Cisalpina, nei pressi di Verona. Le sue poesie esplorano con grandiosa acutezza e attualità i sentimenti umani, amore e odio in particolare. Trasferitosi a Roma conobbe Clodia, sorella del tribuno Clodio, con cui ebbe una relazione travagliata. Di lei, stando ad alcune interpretazioni, si sente parlare molto spesso nelle sue poesie col soprannome di Lesbia, che Catullo le conferisce in onore della poetessa greca Saffo. Non partecipò mai alla vita politica, contrariamente a quanto ci si potesse aspettare da un letterato di quell'epoca, e preferì una poesia leggera, lontana dall'abbracciare ideali politici. Al contrario, alcuni dei suoi componimenti sono caratterizzati da esplosioni scurrili di disprezzo o di odio nei confronti di Giulio Cesare o di personaggi minori della scena romana. Fu soprannominato da Cicerone "neóteros", poeta nuovo, in modo del tutto dispregiativo; Catullo viene comunque ad oggi annoverato tra i poeti nuovi, che si distaccano dalla tradizione del poema epico e dal racconto delle gesta eroiche per dipingere in versi scene di vita quotidiana.
Acquista libri di Gaio Valerio Catullo su
Frasi, citazioni e aforismi di Gaio Valerio Catullo
29 in italiano
Tutte le frasi di Gaio Valerio Catullo
  • “È difficile guarire di colpo d'un amore durato a lungo.”
    Gaio Valerio Catullo
  • “Il sole può tramontare e risorgere; per noi quando la breve luce si spegne resta un'unicaeternanotte da dormire.”
    Gaio Valerio Catullo
    [Tag:morte, tenebre]
  • “Oh dammi mille baci e cento ancora e ancora ancora mille ed altri cento; quando migliaia ce ne saremo dati ne faremo un gran fascio mescolandoli perché nessuno ci possa invidiare di un così grande numero di baci.”
    Gaio Valerio Catullo
    [Tag:amore, bacio]
  • “No non creda più donna ad uom che giura,
    Nè mai speri trovar fidi i suoi detti.
    Finch'ei cupido alcuna cosa agogni,
    Non perdona a promesse o a giuramenti.
    Ma come prima le sue voglie ha sazie,
    Non più parole nè spergiuri ei teme.”

    Gaio Valerio Catullo
  • “Il sacro poeta deve esserecasto, i versi non è necessario che lo siano.”
    Gaio Valerio Catullo
  • “Amami quando meno lo merito, perché sarà quando più ne avrò bisogno.”
    Gaio Valerio Catullo
    [Tag:amare, bisogni]
  • “Le cose che si amano non si posseggono mai completamente.
    Semplicemente si custodiscono.”

    Gaio Valerio Catullo
    [Tag:amare, avere cura]
  • Odio e amo.
    Tu forse me ne chiedi come io faccia.
    Non lo so. ma sento che ciò accade
    ed è la mia tortura.”

    Gaio Valerio Catullo
    [Tag:amore, odio]
  • “In amore ci sono cose che costringono ad amare di più ma portano a voler bene di meno.”
    Gaio Valerio Catullo
    [Tag:affetto, amare, amore]
  • “Non combattere contro due nemici contemporaneamente.”
    Gaio Valerio Catullo
    [Tag:guerra, nemico]
  • “Godiamoci la vita, e l'amore, e dei vecchi che brontolan sempre non teniamo più conto di un soldo.”
    Gaio Valerio Catullo
    [Tag:amore, vivere]
  • “Tralascia di augurarti di meritare qualsiasi ringraziamento da parte di chiunque, pensando che qualcuno possa mai diventare riconoscente.”
    Gaio Valerio Catullo
    [Tag:gratitudine]
  • “Cenerai bene da me, mio Fabullo, se dio vorrà, uno di questi giorni: basta che porti una cena abbondante, squisita, dove non manchi una splendida ragazza e vino e sale e ogni allegria. Ripeto che così cenerai bene da me: ora la borsa di Catullo non ha che ragnatele.”
    Gaio Valerio Catullo
    [Tag:allegria, cena, donne, vino]
  • “Capisci meno di un bambino di due anni che dorme fra le braccia del padre.”
    Gaio Valerio Catullo
  • “Ciò che la donna dice al bramoso amante bisogna scriverlo sull'acqua che scorre.”
    Gaio Valerio Catullo
    [Tag:amante, donne, parole]
  • “Un Torquato piccino tenda le mani tenere dal grembo della madre, al padre sorridendo con le piccole labbra dolcemente socchiuse.”
    Gaio Valerio Catullo
    [Tag:genitori, neonato]
  • “L'ozio ha mandato in rovina molti re e molte città opulente.”
    Gaio Valerio Catullo
    [Tag:ozio]
  • “Godiamoci la vita, e l'amore, e dei vecchi che brontolan sempre non teniamo più conto di un soldo.”
    Gaio Valerio Catullo
     
  • “Ma un'offesa come questa costringe l'amante ad amare di più e a voler bene di meno.”
    Gaio Valerio Catullo
    [Tag:affetto, amore, offese]
  • “Cosa di più desiderabile può essere donato dagli dei che un'ora fortunata?”
    Gaio Valerio Catullo
    [Tag:dei, fortuna]
  • “L'acqua se ne vada dove vuole a rovinare il vino, lontano, fra gli astemi.”
    Gaio Valerio Catullo
    [Tag:acqua, astemia, vino]
  • “Bisogna dare per perduto quello che si vede bene è perduto.”
    Gaio Valerio Catullo
  • Povero Catullo, smetti di vaneggiare, e quel che vedi perduto ritienilo perduto.”
    Gaio Valerio Catullo
  • “Lesbia sparla, non smette mai di sparlare di me: possa io morire se non mi ama.”
    Gaio Valerio Catullo
    [Tag:calunnia]
  • “La pignatta sceglie da sé le sue verdure.”
    Gaio Valerio Catullo
  • “Grazie immense da parte di Catullo; il peggiore tra tutti i poeti, altrettanto il peggiore dei poeti quanto tu sei il migliore di tutti gli avvocati.”
    Gaio Valerio Catullo
    [Tag:avvocati, poesia]
  • “Nulla è più sciocco di un ridere da sciocchi.”
    Gaio Valerio Catullo
  • “Non c'è un briciolo di spirito in quel corpo di statua.”
    Gaio Valerio Catullo
    [Tag:anima, corpo]
  • “E poi dove vi piace andate, acque turbamento del vino, andate pure dagli astemi: qui c'è il fuoco di Bacco.”
    Gaio Valerio Catullo
    [Tag:astemia, vino]
In evidenza