Frasi di J. G. Ballard

Immagine di J. G. Ballard
Identikit e dati anagrafici
Nome
James Graham
Cognome
Ballard
Pseudonimo
J. G. Ballard
Nato
15 novembre 1930 a Shangai
Morto
19 aprile 2009
Sesso
maschile
Nazionalità
britannica
Professione
scrittore
Segno zodiacale
Scorpione
Libri di J. G. Ballard
Acquista libri di J. G. Ballard su
Frasi, citazioni e aforismi di J. G. Ballard
16 in italiano
Tutte le frasi di J. G. Ballard
  • “L'unico e vero pianetaalieno è la Terra.”
    J. G. Ballard
  • “Dei genitori infelici ti insegnano una lezione che non scorderai mai per tutta la vita.”
    J. G. Ballard
  • “La scienza e la tecnologia si moltiplicano attorno a noi. A un punto tale che esse dettano il linguaggio col quale noi parliamo e pensiamo. O utilizziamo questi linguaggi o rimaniamo muti.”
    J. G. Ballard
  • “Un diffuso gusto per la pornografia significa che la natura ci sta avvertendo di una certa minaccia di estinzione.”
    J. G. Ballard
  • “Le auto di ultima generazione si muoveranno così in fretta, anche da ferme, che saranno invisibili.”
    J. G. Ballard
  • Sospetto che i grandicambiamenti culturali che preparano il terreno ai cambiamentipolitici siano soprattutto di ordine estetico.”
    J. G. Ballard
  • “Bisogna arrendersi ad una logica più potente della ragione.”
    J. G. Ballard
  • “L'arte esiste perché la realtà non è reale né significativa.”
    J. G. Ballard
    [Tag:arte, realtà]
  • “In un mondo completamente sano, la pazzia è l'unica libertà.”
    J. G. Ballard
    [Tag:libertà, pazzia]
  • “Qualsiasi stupido può scrivere un romanzo, ma solo un genio è capace di venderlo.”
    J. G. Ballard
  • “Prima o poi, tutti i giochi si fanno seri.”
    J. G. Ballard
    [Tag:gioco, serietà]
  • “La malignità e la prontezza con cui accettavano pettegolezzi e insinuazioni sulla volgarità dei condomini dei piani inferiori o sull'arroganza di quelli degli ultimi piani, raggiungevano l'intensità di un pregiudizio razziale.”
    J. G. Ballard
  • “Le dimensioni della sua vita erano lo spazio, la luce e i piaceri connessi a una sfumata, sottile forma di anonimato.”
    J. G. Ballard
  • “Il disfacimento del grattacielo era un modello del mondo in cui sarebbero vissuti in futuro. Era uno scenario post-tecnologico, dove ogni cosa o era in abbandono o, più ambiguamente rivista secondomodalità inaspettate e più significative.”
    J. G. Ballard
  • “Gli dava fastidio parlare, con Charlotte o chiunque altro, perché gli sembrava che le parole riempissero le cose dei significati sbagliati.”
    J. G. Ballard
  • “C’è una sola regola nella vita. Finché senti il profumo dell’aglio, va tutto bene.”
    J. G. Ballard
In evidenza