Frasi di Massimo Taparelli d'Azeglio

Immagine di Massimo Taparelli d'Azeglio
Identikit e dati anagrafici
Nome
Massimo Taparelli
Cognome
d'Azeglio
Nato
24 ottobre 1798 a Torino
Morto
15 gennaio 1866 a Torino
Sesso
maschile
Nazionalità
italiana
Professione
pittore, scrittore, politico (lider del Risorgimento)
Segno zodiacale
Scorpione
Libri di Massimo Taparelli d'Azeglio
Acquista libri di Massimo Taparelli d'Azeglio su
Frasi, citazioni e aforismi di Massimo Taparelli d'Azeglio
22 in italiano
Tutte le frasi di Massimo Taparelli d'Azeglio
  • “Si può talvolta far cosa pienissimamente legale ed essere al tempo stesso un solenne ladro.”
    Massimo Taparelli d'Azeglio
    [Tag:ladri, legalità]
  • “Gl'Italiani hanno voluto far un'Italia nuova, e loro rimanere gl'Italianivecchi di prima, colle dappocaggini e le miserie morali che furono ab antico la loro rovina; [...] pensano a riformare l'Italia, e nessuno s'accorge che per riuscirci bisogna, prima, che si riformino loro.”
    Massimo Taparelli d'Azeglio
  • “La prima delle cose necessarie è di non spendere quello che non si ha.”
    Massimo Taparelli d'Azeglio
    [Tag:spendere]
  • “In amore la costanza è necessaria; la fedeltà è un lusso.”
    Massimo Taparelli d'Azeglio
  • “L'abitudine al lavoro modera ogni eccesso, induce il bisogno, il gusto dell'ordine; dall'ordine materiale si risale al morale: quindi può considerarsi il lavoro come uno dei migliori ausiliari dell'educazione.”
    Massimo Taparelli d'Azeglio
  • “Meno partiti ci sono, è meglio si cammina. Beati i paesi dove non ve ne sono che due: uno del presente, il Governo; l'altro dell'avvenire, l'Opposizione.”
    Massimo Taparelli d'Azeglio
  • “L'Italia è l'antica terra del Dubbio. Il dubbio è un gran scappafatica; lo direi quasi il vero padre del dolce far niente italiano.”
    Massimo Taparelli d'Azeglio
  • “L'ozio avvilisce e il lavoro nobilita: perché l'ozio conduce uomini e nazioni alla servitù; mentre il lavoro li rende forti ed indipendenti.”
    Massimo Taparelli d'Azeglio
    [Tag:lavoro, ozio]
  • “La libertà assomiglia a un cavallo, bello, forte e bizzarro, vedendo il quale molti sentono la voglia di cavalcare, ma molti sentono la voglia di andare a piedi.”
    Massimo Taparelli d'Azeglio
    [Tag:libertà]
  • “L'ordine non si trova che nella legge, nella legalità: e la sua osservanza deve essere prima nel governo, se si vuole che si estenda fra il popolo.”
    Massimo Taparelli d'Azeglio
  • “In ogni genere e in ogni caso il governodebole è il peggiore di tutti.”
    Massimo Taparelli d'Azeglio
  • “Ogni uomo fin all'ultimo suo giorno deve attendere ad educare sé stesso.”
    Massimo Taparelli d'Azeglio
    [Tag:imparare, vivere]
  • “La vanità vuol l'applauso.”
    Massimo Taparelli d'Azeglio
    [Tag:vanità]
  • “Non è tanto l'acuto ingegno quanto il fermo carattere a fare la fortuna di un uomo.”
    Massimo Taparelli d'Azeglio
  • “Non sarebbe la musica una lingua perduta, della quale abbiamo dimenticato il senso, e serbata soltanto l'armonia?”
    Massimo Taparelli d'Azeglio
    [Tag:armonia, musica]
  • “L'affetto vero, leale, incondizionato, è un gran tesoro; è il più grande che esista.”
    Massimo Taparelli d'Azeglio
  • “Se le navi vanno generalmente meglio degli Stati, ciò accade per la sola ragione, che in esse ognuno accetta la parte che gli compete, mentre negli Stati, generalmente, meno se ne sa, e più s'ha la smania di comandare.”
    Massimo Taparelli d'Azeglio
  • “Un tale stato di cose è segno della robusta salute d'una nazione; è segno che in essa le questioni di vera utilità pubblica soffocano le questioni d'utilità private, di persone, di sette, ecc., ecc.”
    Massimo Taparelli d'Azeglio
  • “Vi sono momenti nella vita che basterebbero a pagare, a compensare i tormenti d'un'eternità.”
    Massimo Taparelli d'Azeglio
  • “Ad un governoingiusto nuoce più il martire che non il ribelle.”
    Massimo Taparelli d'Azeglio
  • “Si deve dire la verità e mantenere la parola data a tutti, e persino alle donne.”
    Massimo Taparelli d'Azeglio
  • “Se il fil di canapa è marcio, non s'avrà mai corda buona. Se l'oro è di saggio scadente, non s'avrà mai moneta buona. E se l'individuo è dappoco, ignorante e tristo, non s'avrà nazione buona, e non si riuscirà mai a nulla di solido, d'ordinato e di grande.”
    Massimo Taparelli d'Azeglio
In evidenza