Frasi di Katherine Mansfield

Immagine di Katherine Mansfield
Identikit e dati anagrafici
Nome
Katherine
Cognome
Mansfield Beauchamp
Pseudonimo
Katherine Mansfield
Nato
14 ottobre 1888 a Wellington
Morto
9 gennaio 1923 a Fontainebleau
Sesso
femminile
Nazionalità
britannica
Professione
scrittrice
Segno zodiacale
Bilancia
Libri di Katherine Mansfield
Cenni biografici
Katherine Mansfield Beauchamp nacque il 14 Ottobre 1888 a Wellington, in Nuova Zelanda. Dopo essersi trasferita in Inghilterra a 19 anni, la Mansfield si guadagnò una notevole fama come scrittrice, grazie alla raccolta di racconti intitolata "Bliss" (1920). Raggiunse il culmine del successo con il volume "Garden Party", pubblicato nel 1922. Durante i suoi ultimi anni di vita, scomparve e decise di rimanere nell'ombra, a causa della tubercolosi, che la indebolì in breve tempo; morì a causa della malattia il 9 gennaio 1923, all'età di 34 anni.
Acquista libri di Katherine Mansfield su
Frasi, citazioni e aforismi di Katherine Mansfield
18 in italiano
Tutte le frasi di Katherine Mansfield
  • “Il piacere di tutta la lettura è raddoppiato quando si vive con un'altra persona che divide gli stessi libri.”
    Katherine Mansfield
  • “Fatti una regola nella vita di non avere mai rimpianti e di non voltarti mai indietro. Avere dei rimpianti è un terribile spreco di energie, non puoi costruire su queste basi, serve solo a sguazzarci dentro.”
    Katherine Mansfield
    [Tag:rimpianto]
  • “Ho sempre ritenuto che il più grande privilegio, sollievo e conforto dell'amicizia fosse quello di non dover mai spiegare nulla.”
    Katherine Mansfield
  • Odio il denaro, ma odio di più la sua mancanza.”
    Katherine Mansfield
    [Tag:denaro, povertà]
  • “Quando iniziamo a non prendere sul serio i nostri insuccessi, significa che stiamo cessando di averne paura. È di un’importanza immensa imparare a ridere di noi stessi.”
    Katherine Mansfield
    [Tag:fallimento, paura]
  • “Il rimpianto è uno spreco di energia spaventoso e nessuno, che vogliaesserescrittore, può indulgervi. Non si può dargli forma, non si può costruirci, serve solo a crogiolarcisi.”
    Katherine Mansfield
  • “Preferirei piuttosto essere con persone che mi hanno amato troppo poco piuttosto che con persone che mi hanno amato troppo.”
    Katherine Mansfield
    [Tag:amare]
  • “Come è idiota la civiltà! Perché avere un corpo se devi tenerlo chiuso in una scatola come un violino molto raro?”
    Katherine Mansfield
  • “Se desiderivivere, devi prima partecipare al tuo stesso funerale.”
    Katherine Mansfield
  • “Voglio essere tutto ciò che sono capace di diventare.”
    Katherine Mansfield
  • “Rosemary Fell non era precisamente bella. No, non si poteva dire bella. Carina? Be', sezionandola... Ma perché avere la crudeltà di sezionare qualcuno? Era giovane, brillante, estremamente moderna, squisitamente vestita, incredibilmente aggiornata sulle ultimissime novità librarie, e i suoi ricevimenti erano il più delizioso miscuglio di gente...” (continua)(continua a leggere)
    Katherine Mansfield
  • Guardare indietro è fatale all'Arte. È un voler restare poveri. L'arte non può e non vuole sopportare la miseria.”
    Katherine Mansfield
  • “Noi possiamo fare qualunque cosa desideriamo a patto che la si desideri con abbastanza intensità... Cos'è che vorresti fare più di ogni altra cosa? Questo è quello che devo continuare a chiedere a me stessa, di fronte alle difficoltà.”
    Katherine Mansfield
  • “Quando una cosa è andata, è andata. Finita, liquidata. E allora molliamola!”
    Katherine Mansfield
    [Tag:perdita]
  • “Rischia! Rischia tutto! Non ti preoccupare più delle opinioni degli altri, per quelle voci. Fai la cosa per te più difficile nella terra. Agisci per te stesso. Affronta la verità.”
    Katherine Mansfield
  • “Nella vita c'è qualcosa di triste. È difficile dire cosa. Non intendo i dolori che tutti conosciamo, come le malattie e la miseria e la morte. No, è qualcosa di diverso. È qui dentro, qui dentro, fa parte di noi come il respiro.”
    Katherine Mansfield
  • “Non ritroviamo mai la stessa cosa che abbiamo perduto. È sempre una cosa nuova. Quando ci lascia è già cambiata.”
    Katherine Mansfield
  • “Le persone sono come valigie - riempite di questo o quello, spedite, sbatacchiate, scaraventate in aria, sbattute per terra, perdute e ritrovate, d'un tratto vuotate a metà, o di nuovo stipate da scoppiare, finché l'Ultimo Facchino le lancia sull'Ultimo Treno, e filano via sferragliando.”
    Katherine Mansfield
    [Tag:umanità]
In evidenza