Due di due

Libro Due di due
Titolo: Due di due
Autore:Andrea De Carlo
Anno di prima pubblicazione: 1989
Acquista questo libro su
  • “Aveva questo modo di proteggere i suoi sentimenti sotto strati di cinismo e ironia: a volte ci riusciva così bene da farli languire nell'ombra finché erano perduti.”
    Andrea De Carlo
  • “Lo so come ti senti... È come essere dietro un vetro, non puoi toccare niente di quello che vedi. Ho passato tre quarti della mia vita chiuso fuori, finché ho capito che l'unico modo è romperlo. E se hai paura di farti male, prova a immaginarti di essere già vecchio e quasi morto, pieno di rimpianti.”
    Andrea De Carlo
    [Tag:esistenza, vivere]
  • “Ti sembra che una persona cambi da un momento all'altro, ma è solo che le hai sovrapposto un’immagine per farla corrispondere a come la vorresti.”
    Andrea De Carlo
    [Tag:cambiare]
  • “A volte mi sembrava di essere a una distanza terribile dalla vita; di riuscire a sentirne solo echi e riverberi lontani: filtrati e adattati, doppiati e interpretati da altri prima di arrivare fino a me. A volte mi sembrava di essere in esilio, anche se non sapevo da dove, o da quando.”
    Andrea De Carlo
    [Tag:esistenza, vivere]
  • “Pensavo a quanto le nostre vite erano state diverse in questi anni, e anche simili in fondo, due di due possibilipercorsi iniziati dallo stesso bivio.”
    Andrea De Carlo
  • “Mi sembrava di esserevissuto solo di parole, in un paese di parole, dove quello che si dice conta molto più di quello che si fa, e adesso ne ero completamente saturo.”
    Andrea De Carlo
    [Tag:parlare, parole]
  • “La vita è uno schifo, ma è confortante come continua a migliorare man mano che vai avanti.”
    Andrea De Carlo
    [Tag:esistenza, vivere]
  • “«Magari uno rimpiange di aver perso qualcosa, e l’ha perso solo per trovare di meglio». Era il suo modo di orientarsi nella vita: scegliere in base a un segno tra le molte alternative e poi spostare la sua interpretazione mentre andava avanti.”
    Andrea De Carlo
    [Tag:rimpianto, scelte]
  • “La gente accetta di adattare i propri desideri, farseli snaturare e indirizzare su oggetti, su automobili e vestiti e apparecchi elettronici e giocattoli inutili che servono a far dimenticare cosa è diventato il mondo.”
    Andrea De Carlo
  • “Scrivere è un po' come fare i minatori di se stessi: si attinge a quello che si ha dentro e se si è sinceri non si bada al rischio di farsi crollare tutto addosso. È uno dei lavori più pericolosi che ci siano, quando diventa così, ma anche uno dei più eccitanti.”
    Andrea De Carlo
  • “Scrivere è un'attività per invalidi compiaciuti che sublimano nei libri la frustrazione di non riuscire a vivere.”
    Andrea De Carlo
  • “Diceva che i musicisti rock erano le uniche personegiovani che potevano fare esattamente quello che volevano.”
    Andrea De Carlo
    [Tag:musicisti, rock]
  • “Giochiamo a fare i rivoluzionari nei nostri piccoli spazi riservati e ci sentiamo pericolosi e importanti e poi alla prima occasione vera torniamo poveriminorenni senza una casa e senza un lavoro e senza soldi, senza la minima possibilità di incidere sulla nostra vita.”
    Andrea De Carlo
  • “I negozi sono pieni di accessori inutili e giocattoli che si rompono e vestiti che passano di moda, pure calamite messe sotto gli occhi di chi passa per tenere in movimento la macchina, fare entrare energiaumana in circolo.”
    Andrea De Carlo
  • “È che non bisognerebbe mai immaginarsi niente molto in dettaglio, perché l’immaginazione finisce per mangiarsi tutto il terreno su cui una cosa potrebbe succedere.”
    Andrea De Carlo
  • “Possiamo trasformare la vita in una specie d'avventura da libro illustrato, se vogliamo. Non c'è nessun limite a quello che si può inventare, se solo usiamo le risorse che adesso vengono rovesciate per alimentare questo mondo detestabile.”
    Andrea De Carlo
  • “Chi non sente il suo male è tanto più malato.”
    Pierre Corneille
  • “Tutte le situazioni finiscono, prima o poi, è lo schifo imperfetto della vita.”
    Andrea De Carlo
    [Tag:fine]
  • “La gente è costretta a vivere in luoghi dove non ha più il minimo controllo su quello che mangia e quello che si mette addosso, sullo spazio che occupa. Tutti sono in prestito tutto il tempo, devono comprare quello che gli serve e non gli basta mai, gli sembra di avere sempre bisogno di altro.”
    Andrea De Carlo
    [Tag:consumismo]
  • “Quasi tutto quello che viene prodotto dalle industrie serve solo a dare alla gente ragioni di spendere i soldi che guadagna con lavori che non farebbe mai se non dovesse guadagnare.”
    Andrea De Carlo
  • “Magari uno rimpiange di aver perso qualcosa, e l'ha perso solo per trovare di meglio.”
    Andrea De Carlo
In evidenza