E poi chi lo porta fuori il cane?: Come una labrador nera mi ha rivoluzionato la vita

Libro E poi chi lo porta fuori il cane?: Come una labrador nera mi ha rivoluzionato la vita
Titolo: E poi chi lo porta fuori il cane?: Come una labrador nera mi ha rivoluzionato la vita
Titolo originale: E poi chi lo porta fuori il cane? Come una labrador nera mi ha rivoluzionato la vita
Autore:Edmondo Berselli
Anno di prima pubblicazione: 2012
Acquista questo libro su
Altri libri dell'autore
  • “Un po’ alla volta comincio ad amare tutti gli esseri viventi. Anche gli umani, s’intende. Ma soprattutto gli animali, le bestie di ogni razza.”
    Edmondo Berselli
  • “Il cane produce effetti miracolosi. Rende tutti più buoni, più intelligenti e più sani. Non è un prodigiomisterioso. ”
    Edmondo Berselli
  • “Si diventa più buoni perché fin dall’inizio c’è un piacere mai provato nel ritrovarsi con fratelli e amici a farecompagnia alla Liù, a cenare insieme, a bere, a scherzare.”
    Edmondo Berselli
    [Tag:bontà, cani]
  • “Fra il regno del vivente non umano e l’uomo, fra quegli esseri abbaianti e noi ci sono dei varchi cognitivi. È come se cominciassero a entrare in comunicazione due cervelli, due software, due computer di generazioni differenti.”
    Edmondo Berselli
  • “Non bisogna mai sottovalutare la capacità di persuasione delle donne.”
    Edmondo Berselli
  • “Si diventa più intelligenti perché è necessario uno sforzo continuo per capire che cosa diavolo vuole il cane, se ha fame o se ha mal di pancia, se vuole uscire o se si è insospettito per un rumore sul pianerottolo, se finge o se fa sul serio, se ha voglia semplicemente di fare quattro salti o gli sta per venire una colica.”
    Edmondo Berselli
  • “Io mi ero sempre considerato un membro della grande famiglia felina. Scontroso, notturno, poco amante delle moine, per niente socievole, diffidente, sornione, ironico, anarchico.”
    Edmondo Berselli
    [Tag:idea di sè]
  • “Si diventa più sani perché il cane trotta e noi camminiamo, il cane tira e noi resistiamo, il cane vuole correre e noi gli corriamo dietro.”
    Edmondo Berselli
    [Tag:salute, cani]
  • Lacrime calde, lacrime dolci, lacrime di quella strana famiglia d’erbe e d’animali di cui dovremmo far parte anche noi, con tutto il nostro dolore spesso senza senso e senza suono.”
    Edmondo Berselli
  • “Sarà pur vero che il cane non ha memoria ma solo ricordi, non conosce le congiunzioni e le combinazioni della sintassi, ignora le ipotetiche, i «se» e i «ma», i «ma anche», e non segue il filo di una storia. Ma il cane capisce. Guarda, si insospettisce. Ascolta, perlustra. Controlla l’ambiente anche a nostra insaputa, sente parole ricorrenti.”
    Edmondo Berselli
  • “Non diventeremo vegetariani integrali, ma con bella razionalità ci convinciamo che è meglio risparmiare il più possibile gli animali, non sprecarevita. Se anno dopo anno riduco lo spreco di entità viventi, non avrò certo risolto il problema della relazione essenziale con le bestie, ma almeno avrò ridimensionato le quantità, e accentuato il...” (continua)(continua a leggere)
    Edmondo Berselli
  • “È il momento migliore, quando il cane si addormenta davanti alla tv. Gli si possono appoggiare i piedi sulla pancia, e si gode il calduccio per qualche istante.”
    Edmondo Berselli
  • “Comincia un problema spirituale colossale, perché per la prima volta si comincia a guardare con occhio sospettoso nel piatto in cui si mangia. Sono sempre stato piuttosto carnivoro, lo confesso. Tuttavia all’improvviso comincio a inquadrare il consumo di carne come una specie di colpa: come se, ogni volta, per l’eco di un peccatooriginale,...” (continua)(continua a leggere)
    Edmondo Berselli
  • “Le diete, per i cani come per gli esseri umani, finiscono tutte nella materia di cui sono fatti i sogni.”
    Edmondo Berselli
    [Tag:cani, dieta, umanità]
In evidenza