Frasi di Antonio Pennacchi

Immagine di Antonio Pennacchi
Identikit e dati anagrafici
Nome
Antonio
Cognome
Pennacchi
Nato
26 febbraio 1950
Sesso
maschile
Nazionalità
italiana
Professione
scrittore
Segno zodiacale
Pesci
Acquista libri di Antonio Pennacchi su
Frasi, citazioni e aforismi di Antonio Pennacchi
19 in italiano
Tutte le frasi di Antonio Pennacchi
  • “Lei dice che la libertà in Italia l’avrebbe levata il fascismo? Ma in Italia non c’è mai stata la libertà, che t’ha potuto levare il fascismo? Ai signori magari gliel’avrà levata, ma i poveracci non ce l’avevano mai avuta.”
    Antonio Pennacchi
  • “Ciò che distrugge l’uomo non è la disgrazia in sé, ma l’incertezza e soprattutto l’attesa della disgrazia. Alla disgrazia fai pure fronte, e dopo in qualche modo ti rialzi. Ma se quella non si compie – e resta sempre appesa – quando più potrai rialzarti?”
    Antonio Pennacchi
    [Tag:disgrazie]
  • “La gente non si odia mai con un nemico storico come si odia poi con i fratelli. Romolo e Remo. Caino e Abele.”
    Antonio Pennacchi
    [Tag:fratelli, odio]
  • “Non ci siamo mai capiti. Tutto un altro mondo di pensare, oltre che di parlare e mangiare.”
    Antonio Pennacchi
  • “Di lunedì feriale, neanche festivo, non si sposa nessuno a questo mondo.”
    Antonio Pennacchi
    [Tag:lunedì, sposarsi]
  • “Il dramma della condizione umana è proprio questo: sei quasi perennemente condannato a vivere nel torto, pensando peraltro d’avere pure ragione.”
    Antonio Pennacchi
  • “Pure il primo dei Savoia non dev’essere stato che un bandito di strada, e l’ultimo canta a Sanremo.”
    Antonio Pennacchi
    [Tag:italia, re]
  • “Più che destra o sinistra, il decisivo è andare avanti, e andare avanti vuol dire andare verso la giustiziasociale. Un politico guarda alle prossime elezioni, uno statista guarda alla prossima generazione.”
    Antonio Pennacchi
  • “La barbarie è umana e sta dentro di noi. Quando la agiamo è pure banale, neanche ci sembra di star commettendo il male.”
    Antonio Pennacchi
    [Tag:crudeltà, male]
  • “Che ce ne fregava che erano di più? Non era coraggio il nostro, era tigna. Ci fregava assai, a noi, di prendere le botte, ma la figura di scappare no. La figura di abbandonare la sede? Con le botte ci convivi, dopo un po’ ti passano, guarisci. Ma la vergogna no. La vergogna ti rimane per tutta la vita.”
    Antonio Pennacchi
    [Tag:ideali, vergogna]
  • “La statica e la scienza delle costruzioni non riguardano solo le case e i ponti. Riguardano tutto. Pure le dinamiche sociali, i rapporti d'amore, i testi poetici. Non puoi caricare un corpo con un peso superiore a quello che può reggere. Si rompe. E non si rompe all'improvviso. Prima si snerva. Se lo guardi bene te ne accorgi. Si snerva. Una...” (continua)(continua a leggere)
    Antonio Pennacchi
  • “Noi abbiamo continuato come prima, a fare il nostro lavoropolitico: tu non è che t'accorgi, sul momento, che la storia è improvvisamente cambiata.”
    Antonio Pennacchi
  • La società era ancora fascista [...] la DemocraziaCristiana rubava a rotta di collo. Altro che "politica come servizio", la gente faceva politica per farsi gli affari propri. [...] Ai giovani gli sembrava che non dovesse essere così ed erano scesi in piazza. Tutti quanti. Pure i fasci. All'inizio sembrava tutto bello: tutti insieme a discutere,... (continua)(continua a leggere)
    Antonio Pennacchi
  • “Io ci ho messo una vita a capire che la gente non dice mai quello che pensa. Dicono una cosa e ne pensano un'altra, poi la colpa è la mia che il prendo sul serio.”
    Antonio Pennacchi
  • “La storia è un fatto collettivo. Non si fa da sola, la facciamo tutti assieme. E ognuno deve fare la sua parte.”
    Antonio Pennacchi
    [Tag:storia]
  • Sono queste le astuzie della Storia: uno scontroso cattolico austriaco ed un freddo comunista piemontese, che per primi in Italia provano a fare il “dialogo” e ci riescono pure.
    Antonio Pennacchi
    [Tag:dialogo, storia]
  • “Così era quella volta e le cose, mi creda, bisognerebbe sempre guardarle anche con gli occhi di prima, non solo con quelli di poi. Con quelli di poi, è chiaro che tutto le sembra sbagliato. Ma le guardi da prima: prima siamo sempre stati peggio.”
    Antonio Pennacchi
    [Tag:passato, presente]
  • “C’è tutto il bene e tutto il male del mondo, in ognuno di noi. Si tratta di imparare a governarli e a questo serve la Storia, poiché è un cammino lungo.”
    Antonio Pennacchi
    [Tag:bene, male, storia]
  • “La guerra è guerra, si sa, e più incrudelisce e più incrudeliscono gli esseri umani che vi sono coinvolti.”
    Antonio Pennacchi
    [Tag:crudeltà, guerra]
In evidenza