Frasi di Ludovico Ariosto

Immagine di Ludovico Ariosto
Identikit e dati anagrafici
Nome
Ludovico
Cognome
Ariosto
Nato
8 settembre 1474 a Reggio Emilia
Morto
6 luglio 1533 a Ferrara
Sesso
maschile
Nazionalità
italiana
Professione
poeta
Segno zodiacale
Vergine
Libri di Ludovico Ariosto
Acquista libri di Ludovico Ariosto su
Frasi, citazioni e aforismi di Ludovico Ariosto
35 in italiano
Tutte le frasi di Ludovico Ariosto
  • “Se, come il viso, si mostrasse il core.”
    Ludovico Ariosto
    [Tag:sentimenti, viso]
  • “L'incarco de le corna è lo più lieve ch'al mondo sia, se ben l'uomo tanto infama: lo vede quasi tutta l'altra gente; e chi l'ha in capo, mai non se lo sente.”
    Ludovico Ariosto
  • “Oh quante sono incantatrici, oh quanti incantator tra noi, che non si sanno!”
    Ludovico Ariosto
    [Tag:falsità, inganno]
  • “Corrò la fresca e matutina rosa, che, tardando, stagion perder potria.”
    Ludovico Ariosto
    [Tag:rosa]
  • “Per amore venne in furore e matto, d'uom che sì saggio era stimato prima.”
    Ludovico Ariosto
  • “Quel che l'uom vede, Amor gli fa invisibile,
    e l'invisibil fa vedere Amore.”

    Ludovico Ariosto
    [Tag:amore]
  • Pazzo chi al suo signor contraddir vole, se ben dicesse ch'ha veduto il giorno pieno di stelle e a mezzanotte il sole.”
    Ludovico Ariosto
    [Tag:disaccordo, re]
  • “Dona e tolle ogn'altro ben Fortuna; sol in virtù non ha possanza alcuna.”
    Ludovico Ariosto
    [Tag:fortuna, virtù]
  • “Entrò in un bosco, e ne la stretta via rincontrò un cavallier ch’a piè venia.”
    Ludovico Ariosto
    [Tag:bosco, incontro]
  • “Oh gran bontà de' cavalieri antiqui!”
    Ludovico Ariosto
  • “Alcun non può saper da chi sia amato, quando felice in sulla ruota siede; però che ha i veri e i finti amici a lato, che mostran tutti una medesima fede. Se poi si cangia in tristo il lieto stato, volta la turba adulatrice il piede; e quel che di cor ama, riman forte, ed ama il suo signor dopo la morte.”
    Ludovico Ariosto
     
  • “Ch'a donna non si fa maggior dispetto,
    che quando o vecchia o brutta le vien detto.”

    Ludovico Ariosto
  • Natura il fece, e poi roppe la stampa.”
    Ludovico Ariosto
    [Tag:personalità]
  • “Degli uomini son vari gli appetiti:
    a chi piace la chierca, a chi la spada,
    a chi la patria, a chi li straniliti.”

    Ludovico Ariosto
    [Tag:desideri, piacere]
  • “Le donne, i cavallier, l'arme, gli amori, le cortesie, l'audaciimprese io canto, che furo al tempo che passaro i Mori d'Africa il mare.”
    Ludovico Ariosto
  • “Che sarebbe pensier non troppo accorto, perder duo vivi per salvar un morto.”
    Ludovico Ariosto
    [Tag:opportunità]
  • “Quantunque il simular sia le più volte ripreso,
    e dia di mala mente indici,
    si truova pur in molte cose
    e molte aver fatti evidenti benefici.”

    Ludovico Ariosto
  • “Forse era ver, ma non però credibile a chi del senso suo fosse signore.”
    Ludovico Ariosto
    [Tag:ragione]
  • Credo che t'abbia la Natura e Dio produtto, o scelerato sesso, al mondo per una soma, per un grave fio de l'uom, che senza te saria giocondo.”
    Ludovico Ariosto
    [Tag:donne, uomini]
  • “La rana avvezza nel pantano,
    se ell'è al monte torna al piano.
    Né per caldo o per freddo o poco o assai
    si può la rana trar dal fango mai.”

    Ludovico Ariosto
    [Tag:rane]
  • “La verginella è simile alla rosa
    ch'in bel giardin su la nativa spina
    mentre sola e sicura si riposa
    gregge né pastor le si avvicina:
    l'aura soave e l'alba rugiadosa,
    l'acqua, la terra al suo favor s'inchina:
    i giovani vaghi e donne innamorate
    amano averne e seni e tempie ornate.”

    Ludovico Ariosto
    [Tag:verginità]
  • “Che non pur per cittadi e per castella, ma per tuguri ancora e per fienili, spesso si trovan gli uomini gentili.”
    Ludovico Ariosto
    [Tag:bontà]
  • “Miser chi mal oprando si confonda ch'ognor star deggia il maleficioocculto che quand'ogni altro taccia, intorno grida l'aria e la terra istessa, in ch'è sepulto.”
    Ludovico Ariosto
  • “Chi mette il piè sull'amorosa pania,
    cerchi ritrarlo, e non 'inveschi l'ale:
    ché non è in somma amor,
    se non insania, a giudizio de' savi universale;
    e se ben come Orlando ognun non smania,
    suo furor mostra a qualch'altro segnale.
    E quale è di pazziasegno più espresso che,
    per altri voler, perder se stesso?”

    Ludovico Ariosto
    [Tag:amore]
  • “Più tosto che arricchir, voglio quiete.”
    Ludovico Ariosto
    [Tag:ricchezza]
  • “Piccola ma sufficiente per me, non soggetta a nessuno, decorosa, e comprata col mio denaro.”
    Ludovico Ariosto
    [Tag:casa, efficienza]
  • “In casa mia sa meglio una rapa... che all'altrui mensa tordo, starna o porco.”
    Ludovico Ariosto
    [Tag:offese]
  • “Le donne son venute in eccellenza
    di ciascun'arte ove hanno posto cura.”

    Ludovico Ariosto
    [Tag:agire, arte, donne]
  • “Questo mi basta; il resto della terra senza mai pagar l'oste andrò cercando con Ptolomeo, sia il mondo in pace o in guerra; e tutto il mar, senza far voti quando lampeggi il ciel, sicuro in su le carte verrò, più che su i legni, volteggiando.”
    Ludovico Ariosto
  • “Né che poco io vi dia da imputar sono; ché quanto io posso dar, tutto vi dono.”
    Ludovico Ariosto
    [Tag:donare]
  • “Altri in amar lo [il senno] perde, altri in onori, altri in cercar, scorrendo il mar, ricchezze; altri ne le speranze de' signori, altri dietro alle magiche sciocchezze; altri in gemme, altri in opre di pittori, et altri in altro che più d'altro apprezze.”
    Ludovico Ariosto
    [Tag:ragione]
  • “Che l'uomo il suo destino fugge di raro.”
    Ludovico Ariosto
    [Tag:destino]
  • “Che chi ne l'acqua sta fin alla gola ben è ostinato se mercé non grida.”
    Ludovico Ariosto
  • “Ecco il giudicio uman come spesso erra!”
    Ludovico Ariosto
  • “A chi in amor s'invecchia, oltr'ogni pena, si convengono i cippi e la catena.”
    Ludovico Ariosto
In evidenza