Frasi di “Totò terzo uomo”

(1951)
Film Totò terzo uomo
Mario Mattòli ha diretto questo film nel 1951
Titolo Totò terzo uomo
Anno 1951
Regista Mario Mattoli
Genere Commedia
Acquistalo su
Trama – Pietro e Paolo sono gemelli, ma non potrebbero essere più diversi: serio il primo, impudente il secondo. Pietro è anche il sindaco di paese e non vuole pagare al fratello il terreno da lui comprato per costruire un carcere. La situazione si complica con l'arrivo del loro terzo gemello Totò, appena uscito di prigione. Vestendo i panni prima di Pietro e poi di Paolo, Totò tenta la truffa, dando vita ad equivoci e litigi, ma il lieto fine non tarda ad arrivare.
Tutti gli attori – Totò, , Ughetto Bertucci, Liana Billi, Carlo Campanini, Mario Castellani, Gino Cavalieri, Diana Dei, Ada Dondini, Pina Gallini, Enzo Garinei, Aldo Giuffrè, Guglielmo Inglese, Bruno Lanzarini, Fulvia Mammi, Franca Marzi, Totò Mignone, Elli Parvo, Franco Pastorino, Carlo Romano, Alberto Sorrentino, Aroldo Tieri, Bice Valori, Aldo Gustavo Vecchi, Aleardo Ward, Marcello Marchesi
vedi tutti
  • “Vorrei un caffè corretto con un po' di cognac, più cognac che caffè... anzi, giacché si trova, mi porti solo una tazza di cognac e non se ne parla più.”
    Totò
    [Tag:caffè, liquore]
  • “Io, quando vedo una bella donna, nell'orecchio, in lontananza, sento le campane e se poi la bacio, sento addirittura le campane di Wist e minster; non so se la pronuncia è esatta, ma sempre anglicano è.”
    Totò
    [Tag:donne, inglese]
  • “Ti voglio ammazzare perché così ti insegno a vivere.”
    Totò
  • “Non distinguo la tosse monarchica da quella repubblicana, è un lapis politico.”
    Totò
    [Tag:politica, tosse]
  • “Quattro anni fa ho pescato tre chili di pesce, uno dei quali raggiungeva addirittura i due etti.”
    Totò
    [Tag:pescare, pesci]
  • “Ma che bisboccia, bisboccia e bisboccia... è stata un'orgetta da paese.”

    Totò - Paolo
  • “Ho gettato il cognac nel lavandino che faceva glo, glo, glo... Così adesso ci scrivo una canzone: 'Il lavandino ubriaco'.”
    Totò - Paolo
    [Tag:canzoni, liquore]
  • “Come lo facciamo questo carcere? I muri come li farebbe, lei? Alti, molto alti, ci avrei scommesso. Ma i muri bisogna farli bassi, prima di tutto per economia e poi per dare aria ai detenuti. I detenuti hanno bisogno di ossigeno, date ossigeno al detenuto, perché il detenuto ossigenato rende il doppio. Avete paura che evada? Ah, la solita...” (continua)(continua a leggere)
    Totò
  • “Signor pretore, metta in moto l'ingranaggio della legge, lo metta in moto... un po' di moto fa sempre bene.”
    Totò
    [Tag:ginnastica, legge]
  • “- Assistente del Dottor Buttafava: Il carcerecostruito così mi sembra troppo comodo!
    - Pietro: E comodo deve essere se volete attirare i clienti!”

    Totò - Pietro
    [Tag:carcere]
  • “Non bevi, non fumi, non vai con le donne e lo vuoi un consiglio? Sparati!”
    Totò
    [Tag:bere, fumare, sesso]
  • “L'umorismo non ha prezzo.”
    Totò
    [Tag:umorismo]
  • “Finisce bene quello che incomincia male. Sapeste che pena mi fanno quelli che incominciano bene.”
    Totò
    [Tag:inizio, successo]
  • “Si dice che l'occasione fa l'uomoladro, ma anche per la donna non ci metterei la mano sul fuoco.”
    Totò
In evidenza