Il gioco delle tre carte

Libro Il gioco delle tre carte
Titolo: Il gioco delle tre carte
Autore:Marco Malvaldi
Anno di prima pubblicazione: 2008
Acquista questo libro su
  • “Quella pioggia scrosciante e violenta, senza tuoni, lo elettrizzava e lo faceva sentire vivo. Capitava anche quando era piccolo, e doveva andare a scuola sotto il diluvio: era una mattinata speciale, e mentre camminava verso la scuola, pregustando il conforto della classe calda e asciutta, si sentiva una specie di eroicoviaggiatore sperso nella...” (continua)(continua a leggere)
    Marco Malvaldi
  • “Una tecnica fondamentale nella pratica professionale delle chiacchiere da bar consiste nell’opporre ad un dato di fatto o ad un ragionamento generale un controesempio adeguato, meglio se riferito ad accadimenti occorsi a parenti di primo grado preferibilmente scomparsi. La parentela, secondo tradizione orale in voga nel paese, garantisce in...” (continua)(continua a leggere)
    Marco Malvaldi
  • “Un letterato, un fisico e un matematico stanno viaggiando in treno in Scozia, e ad un certo punto vedono su un prato una pecora rossa. Il letterato la guarda e dice: «Però. Interessante. In Scozia le pecore sono rosse». Il fisico scuote la testa e risponde: «No. In Scozia esistono anche pecore rosse». Il matematico li guarda con commiserazione,...” (continua)(continua a leggere)
    Marco Malvaldi
  • “Sai tutto di tutti appena succede, anche quando ’un succede nulla. E senza usci’ da casa. È come la tu’ moglie, però la puoi spengere.”
    Marco Malvaldi
  • “Dai ad un uomo fantasioso un lavoro schematico, ripetitivo, e che lo metta in contatto con altre persone, e rischi seriamente di produrre un premio Nobel.”
    Marco Malvaldi
  • “Gli uominicuriosi, spesso, sentono il bisogno di sfilarsi di dosso la propria esperienza, avvertendola più come una rigida armatura di abitudini che limita i movimenti che come una amichevole corazza protettiva, necessario usbergo contro le forze dell’Ignoto. Siamo pienamente consapevoli, quando sfidiamo le nostre consuetudini, che le...” (continua)(continua a leggere)
    Marco Malvaldi
  • “Lasciata libera, un’esistenza che non viene rimescolata continuamente dall’ansia di dover produrre lascia decantare spontaneamente i suoi pensieri, che si depositano pianopiano sul fondo e cristallizzano, a volte, in forme di rara bellezza.”
    Marco Malvaldi
  • “Uno degli aspetti più fastidiosi dell’essereumano è la ridicola convinzione che non siamo responsabili delle conseguenze delle nostre azioni, come testimonia l’infantile disinvoltura con cui troppo spesso attribuiamo alla volontà dal Fato il disastroso esito delle nostre cazzate.”
    Marco Malvaldi
In evidenza