• “Non è che basti ammettere i propri errori per risolvere tutto. Che uno li ammetta o no, gli errori restano errori, di lí non si scappa.”
    Haruki Murakami
    [Tag:errori]
  • “Io sono pessimista, un adulto che non lo sia, in questo mondo, è proprio un cretino.”
    Haruki Murakami
  • “La curiosità è come un amico simpatico in cui non si può avere fiducia. Che si limita a istigarti, e al momento buono si dilegua.”
    Haruki Murakami
  • “La luce viene a illuminare le azioni della vita per un periodo di tempo limitato e brevissimo. Per qualche decina di secondi soltanto, forse. Passati i quali se ne va, e se uno non è riuscito ad afferrare la rivelazione che gli veniva offerta in quel momento, non avrà una seconda opportunità. E dovrà vivere il resto dei suoi anni in profonda...” (continua)(continua a leggere)
    Haruki Murakami
  • I ragionamenti, i discorsi e i calcoli, le varie teorie e i vari “ismi”, sono a uso e consumo delle persone che non sanno guardare con i propri occhi. Cioè la maggior parte della gente.
    Haruki Murakami
  • “Piú un uomo è intellettualmente limitato, piú potente diventa. Piú cretino è, meglio è.”
    Haruki Murakami
  • “Quello che cerco, è solo il significato della vita che ho perduto. Cioè desidero sapere perché, per quale ragione l’ho perduta. Voglio vedere questa ragione con questi miei occhi. Penso persino che se potessi vederla con i miei occhi, non mi importerebbe nulla di perdermi ancor piú di quanto già non mi sia perso. ”
    Haruki Murakami
  • “Non bisogna opporsi alla corrente, se si deve andare in alto si va in alto, se si deve andare in basso si va in basso. Quando non c’è corrente, è bene restare fermi. Se ci si oppone alla corrente, tutto inaridisce. E se tutto inaridisce, questo mondo diventa buio.”
    Haruki Murakami
  • “Una solida e coerentevisione del mondo non era richiesta nei programmi intellettuali dei mass media, regolati al minutosecondo.”
    Haruki Murakami
  • “È qualcosa che mi piacerebbe tagliare e aprire con un bisturi. Non un cadavere. Proprio la sostanza stessa della morte. Ho l’impressione che da qualche parte debba esistere, qualcosa del genere. Qualcosa di lento e morbido come una palla da softball, dai nervi paralizzati.”
    Haruki Murakami
    [Tag:morte]
In evidenza