L'arte di essere fragili: come Leopardi può salvarti la vita

Libro L'arte di essere fragili: come Leopardi può salvarti la vita
Titolo: L'arte di essere fragili: come Leopardi può salvarti la vita
Autore:Alessandro D'Avenia
Anno di prima pubblicazione: 2016
Acquista questo libro su
  • Le cose assumono contorni indefiniti (tanto ci sarebbe da dire sulla tua poetica dell’indefinito spesso ridotta a uno stratagemma estetico) e quindi vibrano, come accade con le stelle, per te sempre “vaghe”, cioè belle perché distanti. In un attimo si potrebbe perderle, e in quello stesso attimo si comincia a desiderarle, a immaginarle, a... (continua)(continua a leggere)
    Alessandro D'Avenia
  • Mi sono convinto che gli adolescenti non hanno domande: sono domande. Riformulano con i loro silenzi gli stessi “perché” reiterati tipici dei bambini, ma su un piano diverso: il bambino chiede come mai ci sono le stelle, l’adolescente chiede come ci si arriva, perché la speranza è desiderio (de-sidera, distanza dalle stelle), la sua mancanza è... (continua)(continua a leggere)
    Alessandro D'Avenia
  • “Sempre con la luce si perde qualcosa e sempre con le tenebre qualcosa si guadagna. E magari è l’essenziale.”
    Alessandro D'Avenia
    [Tag:imparare]
  • “Tutte le persone che hanno realizzato il loro sogno hanno capito che il primo passo per custodirlo era andare a bottega come facevano gli artisti di un tempo, mettersi alla prova, imparare l’arte di creare e quindi di crescere.”
    Alessandro D'Avenia
  • “L’arte da imparare in questa vita non è quella di essere invincibili e perfetti, ma quella di saper essere come si è, invincibilmente fragili e imperfetti.”
    Alessandro D'Avenia
  • “Ciò che cerchiamo è già in noi, ma non è attivato per mancanza di contatto con la realtà, e finché non lo troviamo restiamo prigionieri dei due principi che dettano il copione nell’infanzia e nell’adolescenza: il principio di piacere e il principio dell’obbligo, motori che ci spingono ad agire per un dettato esterno e non per un fiorire interno,...” (continua)(continua a leggere)
    Alessandro D'Avenia
  • “Noi adulti vorremmo controllare l’adolescenza, credendo sia una scorciatoia per educare, ma questa fase della vita, con la sua sete di libertà, non vuole controllo, bensì apertura, accettazione, affermazione, destinazione, obiettivi, che fanno da limitenaturale all'eccesso in modo che possa trovare i confini entro cui definirsi e, soprattutto,...” (continua)(continua a leggere)
    Alessandro D'Avenia
  • “L’adolescenza, indipendentemente dai suoi mutevoli confini anagrafici, ha come scopo, Giacomo, questo seme di futuro, questo fuoco che rende lottatori temprati, seppur fragili.”
    Alessandro D'Avenia
  • “L’abitudine ad aver tutto a portata di mano disabitua alla ricerca lunga e paziente dell’infinito, cosa o persona che ne sia lo scrigno.”
    Alessandro D'Avenia
  • “Quando si è scelti si scopre la propria originalità: lo spazio interiore si amplia a dismisura e da lì ci si può lanciare nel mondo senza paura.”
    Alessandro D'Avenia
In evidenza