Fahrenheit 451

Libro Fahrenheit 451
Titolo: Fahrenheit 451
Autore:Ray Bradbury
Anno di prima pubblicazione: 1953
Acquista questo libro su
Altri libri dell'autore
  • “Io ho diciassette anni e sono pazza. Mio zio dice che le due cose vanno sempre insieme. Quando qualcuno ti chiede quanti anni hai, mi ha detto, tu di' sempre diciassette e che sei pazza.”
    Ray Bradbury
  • “Ognuno deve lasciasi qualcosa dietro quando muore, diceva sempre mio nonno: un bimbo o un libro o un quadro o una casa o un muro eretto con le proprie mani o un paio di scarpe cucite da noi. O un giardino piantato con il nostro sudore. Qualche cosa insomma che la nostra mano abbia toccato in modo che la nostra anima abbia dove andare quando...” (continua)(continua a leggere)
    Ray Bradbury
    [Tag:morte, ricordi]
  • “Un libro è una pistola carica.”
    Ray Bradbury
    [Tag:libri]
  • “Ci si domanda il perché di tante cose, ma guai a continuare: si rischia di condannarsi all'infelicità.”
    Ray Bradbury
  • “Se nascondi la tua ignoranza, nessuno ti darà una bastonata, ma tu non imparerai mai.”
    Ray Bradbury
  • “Riempiti gli occhi di meraviglie, vivi come se dovessi caderemorto fra dieci secondi! Guarda il mondo: è più fantastico di qualunque sogno studiato e prodotto dalle più grandifabbriche.”
    Ray Bradbury
  • “Capite ora perché i libri sono odiati e temuti? Perché rivelano i pori sulla faccia della vita. La gente comoda vuole soltanto facce di luna piena, di cera, facce senza pori, senza peli, inespressive.”
    Ray Bradbury
    [Tag:libri]
  • “Tutti sono sempre più impazienti, più agitati e irrequieti. Le autostrade e le altre strade d'ogni genere sono affollate di gente che va un po' da per tutto, ovunque, ed è come se non andasse in nessun posto. I profughi della benzina, gli erranti del motore a scoppio.”
    Ray Bradbury
  • “Coloro che sono saggi in parte, saranno gli idioti migliori.”
    Ray Bradbury
  • “La chiusuralampo ha spodestato i bottoni e un uomo ha perduto quel po' di tempo che aveva per pensare, al mattino, vestendosi per andare al lavoro, ha perso un'ora meditativa, filosofica, perciò malinconica.”
    Ray Bradbury
  • “Le parole son come foglie al vento e dove più abbondano ben di rado si trova molto frutto d'intelletto.”
    Ray Bradbury
    [Tag:parole]
  • “Sapete che i libri hanno un po'l'odore della noce moscata o di certe spezie d'origine esotica? Amavo annusarli, da ragazzo. Signore, quanti bei libri c'erano al mondo un tempo, prima che noi vi rinunciassimo!”
    Ray Bradbury
    [Tag:libri, profumo, spezie]
  • “Le cose che voi cercate, Montag, sono su questa terra, ma il solo modo per cui l'uomo medio potrà vederne il novantanove per cento sarà un libro.”
    Ray Bradbury
  • “Chi non crea non può fare a meno di distruggere. E' una cosa antica come la storia e la delinquenza giovanile.”
    Ray Bradbury
  • “Non possiamo dire in quale preciso momento nasca l'amicizia. Come ne riempire una caraffa gocci a goccia, c'è finalmente una stilla che la fa traboccare, così in una sequela di atti gentili ce n'è infine uno che fa traboccare il cuore.”
    Ray Bradbury
    [Tag:amicizia]
  • “Questa è la cosa meravigliosa dell'uomo: che non si scoraggia mai, l'uomo, o non si disgusta mai fino al punto di rinunciare a rifar tutto da capo, perché sa, l'uomo, quanto tutto ciò sia importante e quanto valga la pena di essere fatto.”
    Ray Bradbury
    [Tag:natura umana]
  • “I buoni scrittori toccano spesso la vita. I mediocri la sfiorano con una manofuggevole. I cattiviscrittori la sforzano e l'abbandonano.”
    Ray Bradbury
    [Tag:scrittori]
  • “Alle volte mi coglie il dubbio che gli automobilisti non sappiano che cosa sia l'erba, o come siano i fiori, perché non li hanno mai visti, non ci sono mai passati vicino con lentezza.”
    Ray Bradbury
  • “Per quante volte un uomo può andare a fondo e rimanere vivo?”
    Ray Bradbury
    [Tag:disperazione]
  • “Non sono i libri che vi mancano, ma alcune delle cose che un tempo erano nei libri. Le stesse cose potrebbero essere diffuse e proiettate da radio e televisioni. Ma ciò non avviene. No, no, non sono affatto i libri le cose che andate cercando. Prendetele dove ancora potete trovarle, in vecchi dischi, in vecchifilm, e nei vecchiamici; cercatele...” (continua)(continua a leggere)
    Ray Bradbury
In evidenza