Libertà

Libro Libertà
Titolo: Libertà
Titolo originale: Freedom
Autore:Jonathan Franzen
Anno di prima pubblicazione: 2010
Acquista questo libro su
  • “Gli intervalli fra le sigarette erano il suo modo di suddividere le giornate in bocconi inghiottibili.”
    Jonathan Franzen
  • “La gente che lasciava l’affollatoVecchioMondo per il nuovo continente non era quella con i geni della socievolezza: era quella che non andava d’accordo con il prossimo.”
    Jonathan Franzen
  • “Il mondo accetterà con gioia quello che hai da offrire, se sarai abbastanza sfrontata da offrirlo!”
    Jonathan Franzen
  • “Non era la persona che aveva creduto o che avrebbe scelto di essere, se fosse stato libero di scegliere, ma c’era qualcosa di consolante e liberatorio nel ritrovarsi un individuo concreto e definito, anziché una collezione di individui potenziali e contraddittori.”
    Jonathan Franzen
  • “Esiste una specie di felicità nell’infelicità, se si tratta dell’infelicità giusta.”
    Jonathan Franzen
  • “Il motivo per cui in Europa il libero mercato è temperato dal socialismo è che laggiú non sono cosí attaccati alle libertà personali.”
    Jonathan Franzen
  • “Il buio era l’unicoconforto accessibile alla sua tormentosa infelicità.”
    Jonathan Franzen
  • “La sera Walter aveva bisogno di trovarla sobria per poterle elencare le carenze morali del figlio, mentre Patty aveva bisogno di non essere sobria per non doverlo ascoltare. Non era alcolismo, era autodifesa.”
    Jonathan Franzen
  • “L’età andava in un’unica direzione, e l’istinto di conservazione, davanti a quel dato di fatto, lo incitò a scappare finché era ancora in tempo.”
    Jonathan Franzen
    [Tag:età, fuggire, istinto]
  • “Non basta sprecare la propria vita per impedirle di passare. Anzi, cosí passa ancora piú in fretta.”
    Jonathan Franzen
  • “C’è una pericolosatristezza nei primi rumori delle attività mattutine altrui; sembra che il silenzio soffra, quando qualcuno lo rompe.”
    Jonathan Franzen
  • “C’è una grossa differenza tra un impulso e un progetto.”
    Jonathan Franzen
  • “Ci sono giornate cosí brutte che solo un ulteriore peggioramento, solo la discesa in una vera e propria orgia di bruttezza può redimerle.”
    Jonathan Franzen
  • “Perché non potevano stare zitti? Perché quella necessità di aggredire acusticamente un mondo in cui alcuni apprezzavano il silenzio?”
    Jonathan Franzen
    [Tag:rumore, silenzio]
In evidenza