Frasi di Sir Arthur Conan Doyle

Immagine di Sir Arthur Conan Doyle
Identikit e dati anagrafici
Nome
Arthur
Cognome
Conan Doyle
Titolo
Sir
Nato
21 maggio 1859 a Edimburgo
Morto
7 luglio 1930 a Crowborough, Sussex
Sesso
maschile
Nazionalità
scozzese
Professione
poeta, scrittore, medico
Segno zodiacale
Gemelli
Acquista libri di Sir Arthur Conan Doyle su
Frasi, citazioni e aforismi di Sir Arthur Conan Doyle
130 in italiano
Tutte le frasi di Sir Arthur Conan Doyle
  • “Fummo costretti ad innalzare per un attimo le nostre menti dalla routine della vita quotidiana ed a riconoscere la presenza di quelle possenti forze della natura che urlano contro l’uomo, attraverso le sbarre della sua civilizzazione, come belve feroci in una gabbia.”
    Sir Arthur Conan Doyle
    [Tag:natura, ragione, uomo]
  • “Di solito sono proprio le cose non importanti che offrono il migliore campo di osservazione.”
    Sir Arthur Conan Doyle
    [Tag:semplicità]
  • “Il crimine è una cosa comune. La logica è una cosa rara.”
    Sir Arthur Conan Doyle
  • “Tutte le emozioni, e quella in particolare, erano respinte con orrore dalla sua mente fredda, precisa, mirabilmente equilibrata. A mio parere, era la più perfettamacchina pensante e ponderante che esista al mondo ma il sentimento amoroso lo avrebbe messo in una posizione falsa.”
    Sir Arthur Conan Doyle
  • “Ogni scrittore degno del nome scrive per liberarsi delle sue ossessioni dopo averle oggettivate sulla pagina.”
    Sir Arthur Conan Doyle
  • “La mia vita non è che un continuo sforzo per sfuggire alla banalità dell’esistenza.”
    Sir Arthur Conan Doyle
  • “Le scene hanno perso un grande attore, e la scienza un acuto ragionatore, quando decise di dedicarsi al crimine.”
    Sir Arthur Conan Doyle
  • “Stiamo entrando nell’alta società, Watson. Carta frusciante, monogramma «E. B.», blasone, indirizzo pittoresco.”
    Sir Arthur Conan Doyle
  • “Di tutti i fantasmi, i fantasmi dei nostri vecchiamori sono i peggiori.”
    Sir Arthur Conan Doyle
  • “L'affabilità di certa gente è assai più pericolosa della violenza di individui meno raffinati.”
    Sir Arthur Conan Doyle
In evidenza